Afghanistan, devastante terremoto al confine col Pakistan: centinaia i morti

Ieri in serata la terra ha tremato nel Paese tornato sotto il controllo dei Talebani. Devastazione e paura nei centri abitati.

Almeno 250 i morti e 150 i feriti. Ma il bilancio delle perdite è solo provvisorio.

Case distrutte dal sisma in provincia di Paktika – Meteoweek

Una forte scossa sismica nella serata di martedì ha fatto tremare l’Afghanistan. Sono almeno 250 i morti provocati dal terremoto. Lo riferisce la Bbc sulla base delle informazioni di un funzionario locale. Sui social media circolano immagini di case distrutte e feriti trasportati in barella nella provincia di Paktika. Il funzionario locale parla di oltre 250 morti, ma sottolinea che il bilancio delle vittime e provvisorio e destinato ad aggravarsi. I feriti invece sarebbero più di 150.

La scossa di magnitudo 5.9 è avvenuta a circa 46 chilometri di distanza dalla città di Khost, nella parte sudorientale del Paese, a una profondità di circa 51 chilometri. A registrarla è stato lo United States Geological Survey (Usgs). Il terremoto è stato avvertito anche nel confinante Pakistan.