Ucraina, va a fuoco raffineria russa sul confine, forse colpita da droni kamikaze

Stamattina è scoppiato un incendio in una raffineria russa vicina al confine ucraino, possibile raid drone kamikaze.

Lo riporta il sito dell’opposizione bielorussa Nexta.tv. Pubblicato un video che riprenderebbe l’attacco del drone.

Vigili del fuoco al lavoro per domare l’incendio nell’impianto – Meteoweek

Questa mattina è scoppiato un incendio in una delle più grandi raffinerie petrolifere della Russia meridionale:  l’impianto di Novoshakhtinsk, nella regione russa di Rostov, a pochi chilometri dal confine con l’Ucraina

Lo riferisce il sito dell’opposizione bielorussa Nexta.tv, secondo cui l’incendio sarebbe stato causato da uno o più droni kamikaze che si sarebbero schiantati contro la raffineria. Il sito ha pubblicato un video su Twitter. Le immagini mostrano un velivolo senza pilota dirigersi verso la raffineria. E successivamente un grande incendio scoppiare nella struttura. L’autenticità del video però non può ancora essere confermata