Panico nell’immobiliare: il crollo vendite degli USA in poche settimane contagerà l’Italia

Un vero e proprio panico si è scatenato nel mondo dell’immobiliare americano e ben presto arriverà anche da noi.

Cerchiamo di capire che cosa sta succedendo in questo delicato comparto.

Pixabay

Negli Stati Uniti l’immobiliare è nel panico e presto questo panico contagerà anche l’Italia perché il mercato immobiliare americano si sta letteralmente fermando.

Crollo dei mutui e del mercato

Ma cerchiamo di andare con ordine e di comprendere cosa sta succedendo. La Federal Reserve è stata costretta ad un massiccio aumento dei tassi.

Pixabay

L’inflazione negli Stati Uniti così come da noi è veramente troppo forte e la Banca Centrale Americana sta facendo l’unica cosa che può arginare questo terribile fenomeno, l’aumento dei tassi. Aumentare i tassi è una misura dolorosa però è anche l’unico modo per arginare l’inflazione. La Federal reserve ha dichiarato in modo esplicito che vuole aumentare i tassi in modo piuttosto aggressivo. Questo aumento dei tassi ha immediatamente bloccato il mercato dei mutui. Infatti il costo dei mutui in America si è impennato con forza e il numero dei soggetti disposto a far partire nuovi mutui è crollato.

L’impatto delle banche centrali

Dunque il mercato dei mutui ha subito un repentino crollo ma anche le compravendite immobiliari ovviamente hanno fatto registrare qualcosa di simile. Dunque il mercato immobiliare americano oggi sembra quasi paralizzato. Ma questo molto presto potrà arrivare anche in Italia. Vediamo perché, ma prima è importante sottolineare come già da tempo si parlava di un vero e proprio scoppio di una bolla immobiliare simile a quello del 2008 e probabilmente sta succedendo proprio questo. Anche la Banca Centrale Europea sta procedendo ad un aumento dei tassi ma con maggiore ritardo rispetto a quella degli Stati Uniti. L’aumento dei tassi da parte della Banca Centrale Europea probabilmente determinerà una fiammata sui mutui che già oggi sono cresciuti tanto e una conseguente paralisi del mercato immobiliare.

L’impatto sul mercato italiano

Non è dato sapere se da noi si arriverà ad una paralisi o ad un rallentamento ma sicuramente l’aumento dei tassi da parte della Banca Centrale Europea si farà sentire sul fronte dei mutui. Oggi i mutui in Italia sono molto più cari ma se l’aumento dei tassi dovesse continuare al ritmo già assicurato dalla Banca Centrale Europea probabilmente anche da noi il mondo dei mutui potrebbe fermarsi. Questa situazione sull’immobiliare in Italia si accompagna anche al temuto aumento dell’imu a causa della riforma del catasto ma anche allo stop del superbonus 110%. Insomma sull’immobiliare in Italia ci sono veramente troppi problemi e troppi dubbi.