De Ketelaere, ecco perché la trattativa è andata a buon fine: i soldi non c’entrano, retroscena sconvolgente

Dopo una trattativa complicata a dir poco Charles De Ketelaere è diventato un nuovo giocatore del Milan. Per sbloccare l’operazione non sono però bastati solo i soldi: ecco di chi sono i meriti.

Pioli avrà il trequartista tanto cercato in questa sessione di mercato, ma il mercato del Milan non è finito qua: pronti almeno altri due colpi.

Charles De Ketelaere, nuovo giocatore del Milan (credit: Pokerstarnews)
Charles De Ketelaere, nuovo giocatore del Milan (credit: Pokerstarnews)

È stata sicuramente tra le operazioni di calciomercato più lunghe e difficili di questa sessione, ma alla fine ha avuto un esito positivo: Charles De Ketelaere è un nuovo giocatore del Milan. I rossoneri sono riusciti a strapparlo al Brugge per 32 milioni di parte fissa più 3 di bonus, mentre il calciatore percepirà una cifra di circa 2,3 milioni di euro a stagione. Numeri importanti ma che testimoniano la volontà di Maldini e Massara di puntare su un ragazzo considerato un possibile crack del calcio mondiale.

Pioli avrà così l’uomo tanto richiesto sulla trequarti in grado di alzare la classe e la qualità in una zona di campo che lo necessitava. Starà ora all’allenatore Campione d’Italia decidere se schierarlo dietro la punta oppure sulla destra, anche se l’impressione è che De Ketelaere non occuperà solamente una posizione durante tutto l’arco della stagione. Molto dipenderà dal rendimento di Adli ma anche dal possibile arrivo di Ziyech negli ultimi giorni di mercato.

Di certo la dirigenza rossonera adesso si concentrerà sugli altri due obiettivi primari: il difensore centrale e il mediano. Per quanto riguarda il reparto arretrato è sempre Tanganga del Tottenham il favorito, mentre a centrocampo per il momento è lotta a due tra Renato Sanches e Chukwuemeka. Nel frattempo però emergono dettagli importanti che hanno portato a sbloccare la trattativa per il trequartista belga.

La sua presenza cambia tutto: ecco perché il Milan ha deciso di tenerlo

Il tira e molla tra il Milan e il Brugge sulla cifra finale ha trovato alla fine un punto d’incontro che soddisfa entrambi. I rossoneri hanno dovuto alzare l’offerta ma alla fine avranno il calciatore che volevano, mentre i belgi avranno più o meno la cifra richiesta fin dall’inizio. Un ruolo importante nella trattativa l’ha avuto sorprendentemente né un dirigente né un procuratore, ma un giocatore: Zlatan Ibrahimovic.

Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan (credit: Ansa)
Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan (credit: Ansa)

Infatti l’agente di De Ketelaere, Tom de Mul, è un ex compagno di squadra dello svedese ai tempi dell’Ajax. Per convincere il giocatore a scegliere il Milan Ibrahimovic avrebbe promesso al suo vecchio amico di prendere sotto la sua ala il ragazzo, in modo da facilitarne l’inserimento all’interno del gruppo squadra. Un gesto che conferma l’importanza di un giocatore così all’interno dello spogliatoio. Nonostante non abbia giocato molto, lo svedese ha cambiato completamente faccia al club dal suo arrivo anche e soprattutto per la mentalità che ha portato.

Per questo motivo, nonostante l’età e i problemi fisici, il Milan ha deciso di tenerlo ancora un altro anno. De Ketelaere potrà quindi contare su un maestro di sicuro affidamento che può lasciare tranquilli tutti i tifosi.