Inzaghi tira un sospiro di sollievo: una grana in meno per la gioia dei tifosi nerazzurri

Nelle ultime ore di calciomercato si sta profilando una possibilità incredibile, che porterebbe Simone Inzaghi a perdere una delle sue pedine fondamentali.

Sono ore calde nella sede dell’Inter, dove ai dirigenti nerazzurri è giunta un’offerta che sta facendo vacillare la proprietà e che potrebbe forzare la cessione di un giocatore fondamentale.

Simone Inzaghi, allenatore Inter - credits: Ansa Foto. Meteoweek
Simone Inzaghi, allenatore Inter – credits: Ansa Foto. Meteoweek

Stiamo parlando di Robin Gosens, esterno sinistro che l’Inter ha prelevato lo scorso anno dall’Atalanta per circa 15 milioni più 10 di bonus. Da quando è arrivato a Milano Gosens non è riuscito a ritagliarsi spazio da titolare, complice la presenza di una furia come Ivan Perisic prima, un infortunio poi che ne ha compromesso le prestazioni.

In nerazzurro ha giocato in totale 13 partite, mettendo a referto un solo gol, in coppa Italia contro il Milan, e un assist alla sua prima in nerazzurro contro la Salernitana. Il dato incredibile però è quello relativo alle presenze dal primo minuto, appena una in tutta la sua esperienza interista.

Sul giocatore sembra essere piombato il Bayer Leverkusen, che vuole convincere l’Inter con un’offerta da 30 milioni complessivi, 2 per il prestito oneroso e 28 per il riscatto obbligatorio, che porterebbero una grossa plusvalenza ai nerazzurri e farebbero finalmente raggiungere il famoso attivo di 60 milioni di cui le casse del club meneghino hanno bisogno.

Gosens in maglia Inter - credits: Ansa Foto. Meteoweek
Gosens in maglia Inter – credits: Ansa Foto. Meteoweek

Sospiro di sollievo per i nerazzurri e possibili sostituti

Dopo la notizia dell’interesse del Bayer per il giocatore tedesco è intervenuto in prima persona proprio il DS del club di Bundesliga, Simon Rolfes, che ha però smentito categoricamente la trattativa: “Non ci sono offerte da parte del Bayer e non c’è intenzione di comprarlo”. Sicuramente un sospiro di sollievo per Inzaghi, che si sarebbe visto strappare un giocatore importante a poche ore dalla chiusura del mercato e a stagione già cominciata.

Ovviamente la situazione è in continua evoluzione ma l’Inter non cederà il tedesco se non riuscirà a mettere saldamente le mani su un degno sostituto da consegnare a Simone Inzaghi. I nomi principali sul tavolo dei nerazzurri. Il primo è quello del croato Borna Sosa, cresciuto nelle giovanili della Dinamo Zagabria e trasferitosi poi allo Stoccarda per circa 6 milioni di euro. Classe ’98 l’anno scorso ha fatto la bellezza di 9 assist e 2 gol e il club tedesco vuole 20 milioni per liberarlo.

Altro nome sul piatto è quello di Mitchel Bakker terzino olandese classe 2000 con un passato illustre, essendo cresciuto nelle giovanili dell’Ajax e passato poi al Paris Saint-Germain. Bakker è ora di proprietà proprio del Bayer Leverkusen, con cui si potrebbe dunque intavolare uno scambio con Gosens.

La plusvalenza portata dall’ex Atalanta potrebbe portare anche allo sblocco della trattativa per Acerbi, che nelle ultime ore sembra essersi arenata, ma che potrebbe tornare di moda con l’addio del tedesco. Gosens lascerebbe dunque l’Inter dopo un’esperienza non indimenticabile, al termine della quale ha comunque portato a casa un trofeo, la Coppa Italia contro la Juventus.