Aggredisce l’anziana madre a colpi di coltello, poi si butta dalla finestra: è tragedia

Un pensionato ha accoltellato l’anziana mamma con cui viveva. Poi si è lanciato nel vuoto gettandosi dalla finestra.

Una tragedia famigliare che al momento non ha ancora un vero perché. Gli investigatori sono al lavoro per ricostruire la dinamica dei fatti e il movente della brutale aggressione.

Tragedia nel Varesotto, dove un 68enne ha preso a coltellate la madre di 92 anni. Dopo l’aggressione l’uomo si è suicidato gettandosi dalla finestra dell’appartamento al sesto piano dell’edificio. È successo a Gallarate (Varese) all’interno di un appartamento in via Pegoraro, a Gallarate. Mario Lanza, pensionato di 68 anni, viveva con l’anziana madre. Adesso la donna è ricoverata all’ospedale Circolo di Varese. È in pericolo di vita a causa delle ferite riportate nell’aggressione. Sul luogo sono arrivati i carabinieri.

Prima il tentativo di soffocarla

La tragedia è avvenuta verso le 9 della mattinata di ieri, domenica 11 settembre. Gli investigatori sono al lavoro per cercare di ricostruire l’esatto svolgimento degli eventi all’interno dell’appartamento. E soprattutto per capire i motivi che hanno portato il pensionato 68enne a cercare di togliere la vita alla madre.

Stando a quanto emerso fino ad ora, in un primo momento il figlio avrebbe tentato di soffocare la madre 92enne. Dopo l’avrebbe ferita sferrandole alcuni fendenti, uno dei quali l’ha raggiunta alla gola. In ultimo, convinto forse che fosse già morta, si sarebbe lanciato nel vuoto gettandosi dalla finestra al sesto piano. L’anziana donna è stata immediatamente soccorsa dal personale del 118 intervenuto sul posto. Dopodiché i sanitari l’hanno trasportata in gravi condizioni all’Ospedale di Circolo di Varese. Ora la 92enne è ricoverata in prognosi riservata.

Morto sul colpo il figlio della donna

A dare l’allarme e a avvertire soccorsi e forze dell’ordine sono stati i vicini di casa. Prima hanno sentito un forte tonfo e dopo la macabra scoperta: il corpo senza vita del pensionato 68 enne riverso sul selciato. Sul luogo del delitto poco dopo è arrivata un’ambulanza. I soccorsi sono scattati immediatamente. Pronto anche l’intervento dei carabinieri della compagnia di Gallarate, coordinati dal capitano Matteo Russo.

L’uomo che ha cercato di uccidere la madre novantaduenne è deceduto sul colpo. Nulla da fare per lui, a differenza della madre. Quando i carabinieri si sono introdotti nell’appartamento hanno trovato la donna ancora in vita, malgrado le gravissime ferite riportate. Stando alle prime ricostruzioni operate dai militari, pare che il figlio vivesse con la madre e la accudisse. Sembra che il 68enne fosse l’unico a occuparsi dell’anziana genitrice, ultranovantenne con diversi problemi di salute dovuti all’età avanzata, senza altre persone che potessero aiutarlo ad assisterla.