Pazza Inter europea: entusiasmante 3-3 contro il Benfica

Quinta giornata di Champions per l’Inter di Simone Inzaghi, già qualificata agli ottavi di finale dopo la vittoria sul RB Salisburgo. Il match contro il Benfica ha visto una squadra dai due volti.

La Beneamata ha riacciuffato i portoghesi, che grazie al 3-3 finale si consolano con il primo punto di questa Champions League, diametralmente opposta alla precedente dove avevano vinto il girone con PSG e Juventus.

Frattesi Inter
Pazza Inter europea: entusiasmante 3-3 contro il Benfica [credit: LaPresse] – meteoweek.com
Per il match contro i lusitani Inzaghi ha optato per un ampio turn over con in campo dall’inizio Audero, Bisseck, Klaassen, Sanchez e Arnautovic sfruttando così la qualificazione per dare minuti a chi ha giocato di meno fino a qui.

Partita dai due volti per l’Inter: Inzaghi sfiora l’impresa

I padroni di casa partono alla grande e al 5′ sono già in vantaggio. Tengstedt fa la sponda e trova l’ex di turno, Joao Mario, fa 1-0 con il mancino. Asllani al 13′ perde un pallone sanguinoso poco fuori l’area nerazzurra e sul cross di Tengstedt un flipper favorisce Joao Mario che tutto solo batte Audero e raddoppia. Al 22′ Di Maria sfiora l’eurogol con un sinistro a giro dalla distanza che finisce di pochissimo fuori.

Al 26′ si vede l’Inter con Arnautovic che, trovato in profondità da Frattesi, si fa ipnotizzare da Trubin. Minuto 34, aumenta il vantaggio lusitano, ancora una volta con la coppia Tengstedt-Joao Mario. Rafa Silva allarga per il danese che crossa e trova l’ex nerazzurro che firma il 3-0 e la tripletta personale.

Joao Mario Benfica
Joao Mario protagonista della sfida del Da Luz con una tripletta [credit: LaPresse] – meteoweek.com
Nella ripresa l’Inter scende in campo con un altro piglio e, dopo essersi resa pericolosa con Carlos Augusto, accorcia le distanze al 51′ con un tap-in di Arnautovic da due passi. Al 58′ i nerazzurri tornano in partita: cross in mezzo di Acerbi che trova la gran girata di sinistro di Davide Frattesi.

Dopo 25 minuti di ripresa la Beneamata completa la rimonta. Otamendi tocca Thuram in area e il direttore di gara assegna il penalty. Dal dischetto Alexis Sanchez spiazza Trubin e rimette in parità il match. Al minuto 83 si rivede Di Maria, il suo sinistro da fuori area chiama Audero al grande intervento. Il Benfica rimane anche in 10 per l’espulsione di Antonio Silva e al minuto 95 l’Inter sfiora una vittoria assolutamente clamorosa: Dimarco sfonda sulla sinistra e mette un passaggio teso sul quale si avventa Barella che di prima intenzione centra il palo.

La Beneamata rimane imbattuta in Champions in attesa dello scontro con la Real Sociedad che assegnerà il primo posto nel Gruppo D.

Impostazioni privacy