Home News Nadia Toffa: “Se non cambiamo mentalità, io non so i nostri figli...

Nadia Toffa: “Se non cambiamo mentalità, io non so i nostri figli cosa faranno” | Video

CONDIVIDI

La sua memoria possiamo solo onorarla, e difenderla, diventando uno, cento, mille, milioni di Nadia Toffa.” È parte di un commento al video pubblicato su YouTube, che proponiamo qui in questo articolo, proprio in memoria della “guerriera” Mediaset che aveva carattere, lo ha dimostrato sino alla fine.

Nadia Toffa onore alla sua memoria grazie di tutto| Video – meteoweek.com

Come pure si legge: “I tuoi servizi televisivi hanno svegliato coscienze di molte persone”.  È un video che non è “rimbalzato” molto sul web, dove però Nadia Toffa dice delle cose importanti: parla di inquinamento, non solo di città come Napoli, ma anche di città del Nord: Milano, Brescia. Prende spunto dall’America, vorrebbe che in Italia si seguisse lo stesso sistema in materia di inquinamento. “Inquini? Allora paga…”. Nel video Nadia mostra tutta la sua grinta, nonostante la malattia, trova la forza per difendersi da chi le ha voltato le spalle, non comprendendo che a volte si ha la necessità di urlare il dolore, di condividerlo.

Leggi qui —–> Nadia Toffa l’amor di verità l’ha costretta al silenzio – VIDEO

Nadia Toffa onore alla sua memoria grazie di tutto| Video -meteoweek.com

“Se noi in Italia non cambiamo mentalità – dice Nadia in questa intervista – io non so i nostri figli cosa faranno. Io ho trattato “La valle del sacco”, “La terra dei fuochi”,  Brescia stessa… io sono cresciuta nel quartiere più inquinato di Brescia. Avevo il pcp nel sangue. In America funziona diversamente: inquini? Paghi. Ma non basta neppure perché tu non mi ridai la salute, non mi ridai la vita. Io non credo di inventarmi cose… in America è così. Io sono cintura nera di differenziata. E poi dopo ci troviamo le polveri, i rifiuti tossici della Cina sotterrati a Milano. La manina di chi è? Chi è lì?”.

VEDI VIDEO 

Un video che è quasi rimasto nascosto, forse perché la giovane donna dice delle verità scomode e come tutte le verità scomode, si cerca di insabbiarle. Soprattutto quando si toccano argomenti delicati come i rifiuti tossici. Lo sappiamo bene: giornalisti che in passato se ne sono occupati, sono stati uccisi per questo. Ci sono al video 196 commenti, uno più bello dell’altro, che disegnano una donna meravigliosa, come era in realtà la nostra inviata de Le Iene. “Che donna straordinaria. Grazie di tutto”, dice un altro follower.