Consulta, eletta presidente Marta Cartabia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:16

Per la prima volta nella storia italiana una donna arriva al vertice della Corte costituzionale. Marta Cartabia resterà in carica per nove mesi.

È Marta Cartabia il nuovo presidente della Corte costituzionale. Eletta all’unanimità (14 voti a favore e una scheda bianca, la sua), Cartabia sarà in carica fino al prossimo 13 settembre 2020, per nove mesi. La donna, infatti, è stata nominata alla Consulta il 13 settembre del 2011 da Giorgio Napolitano e l’ufficio di giudice costituzionale non può durare più di nove anni.

È la prima volta che una donna arriva al vertice della Corte costituzionale. “Si è rotto un vetro di cristallo”. Così Marta Cartabia ha commentato la sua elezione a presidente della Consulta: “Ho l’onore di essere un’apripista”. “La neo presidente finlandese – ha poi aggiunto Cartabia – ha detto che età e sesso non contano più. In Italia ancora un po’ contano. Spero presto di poter dire che non contino più”.

Leggi anche: Fondi Lega, Castelli: “Quella dei 49 milioni è una fake, soldi mai esistiti

Leggi anche: Crisi di governo | chi è Marta Cartabia | prossimo premier alla guida del Paese?

Cartabia prende il posto di Giorgio Lattanzi, al vertice della Consulta dal marzo del 2018, e il cui mandato è scaduto il 9 dicembre scorso. La neopresidente della Corte Costituzionale ha confermato come vicepresidenti i giudici Aldo Carosi e Mario Morelli.

Originaria della provincia di Milano, ha 56 anni è sposata e madre di tre figli ed è tra i più giovani presidenti che la Consulta abbia mai avuto. Docente di diritto costituzionale, Cartabia ha un profilo internazionale per studi e pubblicazioni. È stata, inoltre, relatrice di importanti sentenze come quelle sui vaccini e sull’Ilva. Già la scorsa estate, prima del Conte bis, il nome di Cartabia era circolato come possibile premier di un governo di transizione.

Leggi anche: Prescrizione, Bonafede: “Sarà in vigore dal primo gennaio

Cartabia è la terza donna ad essere nominata giudice, dopo Fernanda Contri e Maria Rita Saulle; è anche tra i più giovani giudici mai nominati, preceduta solo da Francesco Paolo Bonifacio, Aldo Mazzini Sandulli, Livio Paladin e Antonio Baldassarre.

Su Twitter tempestivi gli auguri di buon lavoro del presidente della Camera Roberto Fico: “Buon lavoro a Marta Cartabia, appena eletta Presidente della Corte Costituzionale. La prima donna a ricoprire questo prestigioso incarico, fondamentale per la nostra democrazia e per la tutela dei diritti e dei principi custoditi dalla nostra Carta”.

A congratularsi con Cartabia anche la vicepresidente della Camera Mara Carfagna di Forza Italia: “Esprimo le mie congratulazioni e felicitazioni alla nuova presidente della Corte costituzionale. La scelta dei giudici infrange i pregiudizi di genere”.  Anche il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, David Ermini, si complimenta: “È una bella notizia che ci sia stata l’unanimità e che per la prima volta una donna ricopra un incarico così importante”. Anche Carla Ruocco del M5s, presidente della commissione finanze alla camera, scrive su Twitter: “È Una buona notizia e un ottimo segnale per il nostro Paese”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui