Omicidio Torvaianica: “Non so perché l’ho fatto, qualcuno mi ha detto di fare così”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:23

Le deliranti dichiarazioni agli inquirenti del 19 enne che ha assassinato una donna di 76 anni sul litorale romano, a Torvaianica. E’ stato il genero della vittima a scoprire il cadavere dopo essersi alzato per andare al lavoro.

assassino anziana

“Non lo so perché l’ho fatto, qualcuno mi ha detto di fare così. Ho sentito di doverla uccidere”. Si sarebbe giustificato così davanti ai carabinieri il 19enne accusato di aver ucciso una donna strangolandola nel sonno, in una villetta di via dei Gemelli in cui il giovane viveva insieme al padre, alla compagna dell’uomo e alla madre di lei.

LEGGI ANCHE>>>Vandali in azione al Presepe di Lecce: statue imbrattate e rotte

È stato proprio il genero della vittima, 59 anni, a scoprire il cadavere dopo essersi alzato per andare al lavoro: l’anziana era distesa a letto e aveva una profonda ferita sotto l’arcata sopracciliare dell’occhio destro.

POTREBBE INTERESSARTI>>>Spari contro l’auto dei proprietari di Jako, il cane morto carbonizzato

Il 19enne, seduto accanto a lei, aveva gli abiti ancora sporchi di sangue. Sulla nocca della mano destra, i carabinieri hanno poi riscontrato la presenza di una ferita compatibile con le lesioni subite dalla vittima.

Secondo la ricostruzione dei militari, il giovane avrebbe aggredito la donna nel sonno. La vittima sarebbe stata prima presa a pugni e poi strangolata. L’assassino è stato arrestato per omicidio volontario e portato nel carcere di Velletri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui