Polvieriera Migranti, in un centro 34enne tenta di sfilare pistola ad agente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:16

Il fatto a Giugliano, in provincia di Napoli. Un 34enne non voleva essere trasferito in un’altra struttura. Ha colpito con calci e pugni un agente di polizia, costretto ad utilizzare lo spray 

mafia nigeriana arresti

Gli agenti del Commissariato di Giugliano-Villaricca (Napoli) sono intervenuti ieri sera in via prima Traversa Ponte Riccio presso una struttura ricettiva che ospita cittadini extracomunitari. Uno straniero, di origini nigeriane, stava facendo resistenza al trasferimento, disposto dalla Prefettura di Napoli, presso altra sede.

L’uomo, nonostante l’intervento tempestivo della Polizia, non si è placato ed ha aggredito gli agenti con calci e pugni. Ha tentato poi di sfilare la pistola ad uno dei poliziotti fino a quando è stato  bloccato. Decisivo l’utilizzo dello spray capsicum in dotazione. Il 34enne, che secondo gli accertamenti era irregolare sul territorio, è stato arrestato tempestivamente.

Leggi anche –> Popolare di Bari, nuovo scontro nel Governo. Conte prova a mediare

Nei giorni scorsi un caso analogo si era verificato ad Agrigento

Lo scorso 27 novembre, ad Agrigento, era stata la mancata erogazione del pocket money ad alimentare tensioni. Riscontrando un ritardo nell’erogazione delle somme previste ai migranti, gli ospiti del centro d’accoglienza hanno iniziato ad inveire contro i responsabili.

Leggi anche –> Stasera tv | Città segrete: Roma | Anticipazioni della puntata di sabato 14 dicembre

Nell’ultimo caso in ordine di tempo la protesta è nata per via di un trasferimento di un gruppo di dieci migranti in un’altra struttura d’accoglienza. Non appena arrivato il bus per portare i soggetti in questione a Palermo, nell’ambito di un ordinario trasferimento deciso nei giorni scorsi, i migranti hanno iniziato ad andare in escandescenza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui