Le Sardine a Roma. Santori per ora tiene lontane le ‘avance’ di Conte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:19

Santori a Roma risponde al corteggiamento del premier Conte: È apprezzabile che da parte sua ci sia stata un’apertura ma non c’è bisogno in questo momento di un incontro fisico”. Come dire: ci vedremo ma solo dopo il voto di gennaio.

santori tiene lontano conte
Piazza San Giovanni a Roma

Per il momento la risposta delle sardine ha il sapore di un “due di picche” a palazzo Chigi che con qualche dichiarazione del premier prova ad avvicinarsi all’universo anti Salvini. “Questa è la fase 3, in cui chiuso il capitolo regionali saremo pronti per sederci al tavolo. Da febbraio inizieremo a ragionare sui temi. Poi Santori ha anche risposto alle parole di Casapound che con il suo leader ha annunciato l’assenza del movimento dalla piazza: “Non abbiamo mai creduto a una partecipazione di Casapound”. Poi ha anche parlato del sindaco di Roma, Virginia Raggi: “Ci sono tante persone che richiedono una politica seria, non mi stupirebbe che anche la sindaca fosse qui oggi”.

LEGGI ANCHE>>>Autista ubriaco investe un gruppo di amici, muore così Daniele Leontino

Da sottolineare in questo quadro l‘endorsement incassato dalle sardine proprio da parte del governatore uscente (e ricandidato) del Pd in Emilia Romagna Stefano Bonaccini,: “Lo ribadisco con Mattia Santori non ho parlato, neanche al telefono, da quando hanno fatto le manifestazioni, non gli ho mai parlato in vita mia – ha ribadito – Ho molto apprezzato le diverse interviste che Santori ha fatto , nei contenuti e nei toni, la cosa che più mi è piaciuta, l’ho detto in piazza Maggiore rivolgendomi anche a loro. Dunque una certa parte della sinistra e anche una parte del governo prova a strizzare l’occhio alle sardine. Il tutto per incanalare questo movimento di piazza nei binari del consenso…’politico’.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui