Gesù nero nel presepe, polemica ad Azzano Decimo. “Così si fa politica”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:32

L’iniziativa delle insegnanti dell’asilo non è piaciuta al consigliere Spagnol: “Messaggio politico palese”. Il sindaco replica: “E’solo educazione all’accoglienza, nulla di scandaloso”

Continua a far discutere il presepe dell’asilo comunale di Azzano Decimo (Pordenone), al centro di una polemica che vede coinvolti anche esponenti politici locali. Le insegnanti, nei giorni scorsi, decisero di sostituire il “classico” bambinello con uno di colore nero, scatenando di fatto la reazione del mondo politico. “Si scrive celebrare la nascità di Gesù, si legge chiaro messaggio di propaganda politica”, attacca il consigliere comunale Giacomo Spagnol, eletto in Lista Civica.

Leggi anche –> Delitto di Perugia, a Natale esce Rudy Guede: 10 giorni di licenza

Intervenuto alla trasmissione “Dritto e Rovescio” di Paolo del Debbio, ha bannato la scelta delle insegnanti. “Dicano apertamente il vero motivo della scelta, non è difficile interpretarlo”. La dirigente scolastica, però, replica e rispedisce al mittente le accuse. “Non riesco a pensare – spiega – che all’interno di un asilo con bambini dai 3 ai 6 anni si possa credere ad un messaggio del genere. L’intento non era assolutamente quello”.

Leggi anche –> Salvini: accertata per la Procura di Catania la riconducibilità sul caso Gregoretti

Il leghista Moras, però, non è d’accordo. “Solo un’amministrazione di sinistra – spiega stizzito – poteva autorizzare questo presepe. Chi non apprezza e non condivide la nostra storia non costruirà mai un futuro”.

Il sindaco Putto: “Messaggio di accoglienza, non capisco le polemiche”

Se dai consiglieri di opposizione si alza il coro di indignazione, il sindaco di Azzano Marco Putto prova a spegnere il fuoco, divampato ormai da alcuni giorni. “Il presepe? Non c’è motivo per scandalizzarsi – esordisce – in questa fase è anche positivo lanciare un messaggio di accoglienza. Di scandaloso non ci vedo proprio nulla”. L’opinione sarebbe condivisa anche da una buona parte dei genitori dei bambini, che quotidianamente accompagnano i figli presso l’asilo comunale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui