I sondaggi premiano ancora la Lega, ma il M5S è in risalita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:56

Il partito di Salvini raccoglie al momento il 31,5%, ma alle spalle della Lega già scalpitano il Partito Democratico e il partito di Di Maio, quest’ultimo in crescita.

salvini lega

Un nuovo sondaggio conferma il vantaggio che la Lega si è costruita negli ultimi mesi. Il partito guidato da Matteo Salvini, che nell’ultimo congresso ha annunciato un netto cambio di tendenza rispetto alla sua fondazione, continua a essere quello con maggiori consensi in Italia. L’ultimo sondaggio è stato condotto da Nando Pagnoncelli per il Corriere della Sera e non toglie la leadership leghista sul resto dei partiti presenti su territorio nazionale.

Tuttavia, la Lega ha subito un lieve calo dei consensi rispetto agli ultimi rilevamenti. Il partito leghista ha infatti, almeno sulla carta, il 31,5% delle dichiarazioni di voto degli italiani, con il dato che scende dello 0,4% rispetto al precedente rilevamento. Resta al secondo posto il Partito Democratico guidato da Nicola Zingaretti, che rimane stabile con il 18,2% dei consensi. Ma alle spalle del Pd torna a farsi forte la posizione del Movimento 5 Stelle. Gli ultimi avvenimenti hanno restituito vigore al partito guidato da Luigi Di Maio, che attualmente si assesta sul 17,7% dei consensi. Questo dato è aumentato di oltre un punto percentuale rispetto al precedente sondaggio del CorSera.

Giorgia Meloni – meteoweek.com

Giù dal podio troviamo le altre due forze di riferimento del centro-destra, ovvero Fratelli d’Italia e Forza Italia. Il partito guidato da Giorgia Meloni vede crescere ancora il consenso nei suoi confronti, con 10,3% degli italiani ascoltati nel sondaggio che darebbe il proprio voto. Lo storico partito guidato da Silvio Berlusconi, invece, è fermo al 7,4% dei consensi. Cresce passo dopo passo Italia Viva: il partito di Matteo Renzi si porta al 5,3% ed è dato in costante ascesa.

Tuttavia, il dato che risalta maggiormente è un altro. Stiamo parlando della crescita a vista d’occhio degli astensionisti e degli indecisi. In questo momento, il 42,3% degli italiani non sa a chi darebbe il proprio voto, oppure non lo darebbe a nessuna delle forze in campo. Fatta questa considerazione, fa impressione il fatto che il 31,5% del consenso per la Lega corrisponde in realtà ad appena il 18% della popolazione italiana che darebbe il voto a Salvini e company. Segno di un’Italia sempre più spaccata e indecisa…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui