Bimbo di 5 mesi in coma | La madre lo ha scosso perché piangeva troppo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:30

Tragedia nel vicentino dove una madre è stata accusata di aver mandato in coma suo figlio percuotendolo a più riprese. La causa del folle gesto? Il bambino piangeva troppo.

Bimbo di 5 mesi in coma | La madre lo ha scosso perché piangeva troppo – meteoweek

Una giovane madre di 29 anni, di famiglia vicentina ma residente a Mestrino (Padova), è indagata per lesioni gravissime aggravate nei confronti del figlio di cinque mesi, ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Padova. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti avrebbe percosso a più riprese il neonato perché “esasperata dal suo pianto continuo”.

Leggi anche –> Spinse il bimbo dal decimo piano : “volevo diventare famoso e andare in tv”

La polizia sta indagando sulla madre di 29 anni – meteoweek

Dopo aver cercato di calmarlo per ore, ha iniziato a percuoterlo e il piccolo ha accusato immediatamente i sintomi dell’arresto circolatorio. Non c’è stato più niente da fare: il neonato è entrato in coma. La donna ha poi chiamato il 118 e si è autoaccusata.

Leggi anche –> Bimbo investito a Coccaglio, nel bresciano: trovato il pirata della strada

Il neonato dopo le percosse, si troverebbe ora in coma – meteoweek

Davanti al magistrato e alla polizia avrebbe ammesso le sue colpe, dichiarandosi pronta a ricevere tutte le accuse. L’episodio risale a una settimana fa e sarebbe avvenuto in casa della famiglia della donna. Trasportata subito dalle autorità in caserma avrebbe detto di non farcela più: secondo quanto ammesso il bambino non voleva saperne di dormire e lei avrebbe momentaneamente perso le sue facoltà mentale. Ora rischia una condanna e il bambino dei danni permanenti. Nei prossimi giorni la pubblica accusa nominerà come consulenti tecnici i medici legali De Caro e Porzionato dell’Università di Padova. I due specialisti dovranno appurare tutti i danni fisici subiti dal piccolo e come questi siano stati provocati dalla donna.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui