Rilevazione Opinio Italia: Bonaccini avanti di 3 punti su Borgonzoni per la corsa all’Emilia Romagna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:12

Secondo gli ultimi dati forniti dalla rilevazione di Opinio Italia, in un mese il governatore in carica Bonacci, candidato del centrosinistra per le elezioni dell’Emilia Romagna, ha guadagnato punti rispetto al suo avversario.

Stefano Bonaccini

Promettenti gli ultimi dati offerti dalla rilevazione condotta da Opinio Italia, svolta il 19 dicembre scorso su un campione di mille intervistati in vista delle regionali del prossimo 26 gennaio.

Risultati promettenti soprattutto per Stefano Bonaccini, candidato del centrosinistra, in corsa alle regionali per l‘Emilia Romagna. Nell’arco di circa un mese, il governatore ha infatti incrementato il suo vantaggio su Lucia Borgonzoni, confermandosi di conseguenza come il favorito nella corsa alla presidenza.

Leggi anche: Dimissioni Fioramonti, ecco i nuovi nomi: Azzolina per la Scuola, Manfredi all’Università e Ricerca

Bonaccini si posiziona quindi sul punto più alto del podio, grazie al suo 46,5%. Lasciandosi tra l’altro alle spalle il suo avversario con un buon margine di vantaggio: la Borgonzoni (che ricordiamo concorre per la Lega) infatti si attesta al 43,5%. Ben più in basso, invece, è posizionato il candidato del Movimento 5 Stelle, Simone Benini: il pentastellato, infatti, guadagna solo il 7,5%.

Guarda qui: Prescrizione, Faraone (Italia Viva): “Pd troppo remissivo con il M5S”

Matteo Salvini e Lucia Borgonzoni

La scalata di Bonaccini: aumento del consenso a partire da dicembre

Nelle rilevazioni Opinio Italia risalenti al 15 novembre scorso, Stefano Bonaccini si attestava su una forbice compresa tra il 44% e il 48%. Nelle successive datate 19 dicembre, invece, le ultime che sono al momento tenute in considerazione, il governatore vede quindi aumentato il consenso raggiungendo una stima di 44,5%-48,5%.

La sua avversaria politica Lucia Borgonzoni, dunque, ha perso esattamente quel mezzo punto percentuale guadagnato conseguentemente dal candidato Pd. Non a caso, mentre nelle rilevazioni dei consensi del 15 novembre la candidata leghista otteneva una stima di compresa tra il 42% e il 46%, ad oggi la percentuale è scesa al 41,5%-45,5%.

Un calo, seppur poco influente dato lo svantaggio rispetto ai suoi concorrenti, è stato registrato comunque anche per Benini. Il candidato 5Stelle è infatti passato dal 6-10% di novembre al 5,5-9,5% di dicembre.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui