La moglie lo morde durante il sesso orale, il pene va in putrefazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:13

Un caso scientificamente raro che è addirittura finito su una rivista scientifica. L’uomo, curato con antibiotici, ora sta bene.

Un uomo si presenta in pronto soccorso. Ha forti dolori al basso ventre, che provengono dal glande. I medici notano una piccolissima ferita, non più di tre centimetri. Di colore nero. Capiscono subito che si tratta di necrosi. Intervengono immediatamente con antibiotici per vena che vanno a bloccare l’infezione, e la situazione migliora. Dopo un mese viene decretata la completa guarigione. Ma come si era prodotta una ferita di quel tipo?

Leggi anche ->Tenta di uccidere il figlio malato attraverso la flebo, ora vedrà il carcere

La vicenda è stata ricostruita dallo stesso uomo, 43 anni. Cinque giorni prima dell’arrivo in pronto soccorso la moglie, mentre gli stava praticando del sesso orale, lo ha accidentalmente morso proprio sul glande provocando una piccola ferita. La coppia inizialmente ha sottovalutato la cosa. Ma il pene dell’uomo stava andando in putrefazione, letteralmente. La ferita era andata in necrosi, il 43enne stava rischiando un danno grave.

Leggi qui ->Quella misteriosa ferita all’inguine. Muore Eleonora Tosi, lascia un figlio

Per fortuna i medici hanno avuto la possibilità di intervenire in tempo. Dopo la prima somministrazione di antibiotici per vena, l’uomo ha proseguito la terapia con medicinali per bocca. Come detto, un mese dopo, la guarigione. Per fortuna del 43enne l’infezione, di origine batterica, era circoscritta al pene: l’assenza di febbre e di altre complicanze ha permesso di intervenire in modo rapido, diretto ed incisivo.

Napoli pronto soccorso dell’ ospedale del Mare a Ponticelli
Ph Salvatore Laporta Kontrolab/Sestini

Un caso che è stato oggetto di studio da parte della rivista scientifica Visual Journal of Emergency Medicine: evento raro, ma possibile e descritto in letteratura. I medici suggeriscono, in una situazione simile, di rivolgersi subito ad una struttura sanitaria: il morso è portatore di batteri che, in presenza di una ferita anche piccolissima, possono provocare infezioni anche gravi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui