Lucia Borgonzoni contro Concita De Gregorio: scottante botta e risposta su Twitter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:33

Scontro sui social tra Lucia Borgonzoni e Concita De Gregorio. A scatenare le proteste della candidata in corsa per l’Emilia-Romagna è stato un tweet della giornalista, che propone una parodia non apprezzata dalla politica.

Lucia Borgonzoni contro Concita De Gregorio

Il retweet della De Gregorio proprio non va giù a Lucia Borgonzoni, candidata alle regionali per l’Emilia Romagna sotto la bandiera della Lega. La giornalista, infatti, avrebbe condiviso un post prodotto da un account-parodia della leghista. Un post che, tra l’altro, ha già raggiunto quasi 600 commenti e 70 condivisioni.

Leggi anche: Il M5S contro ex ministro Fioramonti: mancano 70 mila euro nel Movimento
Guarda qui: Fioramonti lascia il Movimento 5 Stelle e approda al Gruppo Misto

Il tweet di Concita De Gregorio

Nel tweet di De Gregorio, la giornalista scrive: “è questo, il tempo in cui viviamo”. La frase accompagna un’immagine pubblicata dall’account-fake della leghista (‘Lucia Borgonzoni Fan’) mentre riporta un racconto surreale. “Ragazzi che paura. Mentre facevo la mia passeggiata mattutina scorgevo in mezzo agli alberi due sagome nere che mi assalivano. Per fortuna non erano africani ma solo due cinghiali in calore. Mamma me la sono scampata bella”, è quanto scritto nel tweet incriminato.

tweet De Gregorio su Borgonzoni-min

Un’offesa per Borgonzoni, che su Facebook è passata all’attacco, accusando senza mezzi termini la nota editorialista de La Repubblica. “La nota giornalista radical-chic, di quelle ossessionate dalle ‘fake news’ e dalla Lega e dal centrodestra che ‘spargono odio’, con il consueto stile da maestrina dalla penna rossa punta il dito su un post… FALSO, di un profilo che mi fa la parodia”, spiega la candidata del Carroccio.

Che poi prosegue: “Si saranno appannate le lenti degli occhialini da professoressa democratica? Buon Anno anche a lei, Concita, può capitare, ma consiglio un po’ più di attenzione prima di riversare risentimento verso i candidati che non le piacciono, la spocchia di chi pensa di avere la verità in tasca e di dovere, dalla cattedra, esercitare la propria presunta superiorità morale e culturale a volte gioca brutti scherzi”.

La nota giornalista radical-chic, di quelle ossessionate dalle “fake news” e dalla Lega e dal centrodestra che “spargono…

Gepostet von Lucia Borgonzoni am Dienstag, 31. Dezember 2019

 

Ma non finisce certo qui. Alla risposta di Borgonzoni, la De Gregorio si difende sfoderando nuovamente Twitter, e interagisce vivacemente con tutti gli utenti che, in massa, le stanno segnalando l’account falso della leghista.

In risposta ad una donna, infatti, la giornalista così ha replicato: “Gentile Signora, quel profilo non è fake, cioè falso. È quel che dichiara di essere. Si chiama Lucia Borgonzoni fan. Fa propaganda in suo nome secondo le regole salviniane: quello ho commentato. Se il fan club non le corrisponde, lo segnali”.

risposta a tweet De Gregorio su Borgonzoni

Secondo quanto sostenuto dalla giornalista, dunque, il profilo-parodia non è un falso, quanto piuttosto “quello che dice di essere”. Del resto, “c’è scritto: un fan club. La parodia è pubblicità. È campagna elettorale. Hanno decine di profili così, li usano per fare chiasso. rumore. Questo il tempo in cui viviamo”, spiega.

Non si tratta dunque di un “epic fail”. “Faccio un commento sulla propaganda (fan club, parodie etc) e diventa per voi epic fail. Una conferma esemplare di quel che intendevo dire. È questo il metodo, e a migliaia, secondo il vostro lessico, ‘ci cascano’. È il vostro gioco delle tre carte”, sostiene duramente l’editorialista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui