Home Cinema Adam Driver, 5 cose che non sai sull’attore del momento

Adam Driver, 5 cose che non sai sull’attore del momento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:21
CONDIVIDI

Questo è decisamente il periodo d’oro di Adam Driver. Negli ultimi giorni è stato protagonista indiscusso: su Netflix nel film Storia di un Matrimonio di Noah Baumbach al fianco di Scarlett Johansson, su Amazon con il film The Report, e al cinema è di nuovo nei panni di Kylo Ren nel capitolo finale di Star Wars.

Lui stesso ancora non crede di essere diventato un nuovo sex symbol, ma è così. Tutti lo vogliono e a Hollywood sembrano stregati da quel suo aspetto da gigante buono, eppure non proprio socievole e sorridente. Ne è passato di tempo da quando ha fatto il suo debutto con la serie tv Girls per HBO e nessuno sapeva chi fosse. Ma vediamo insieme qualche curiosità in più sulla sua vita, privata e professionale.

Ha aperto un fight club a scuola

Ha rivelato di aver avviato un fight club a scuola quando era un ragazzo. Ha spesso parlato del suo io giovane come di un disadattato, ma il film di David Fincher con Brad Pitt del 1999 lo aveva conquistato e questo è stato l’effetto collaterale che oggi risulta un aneddoto simpatico sull’attore.

Il passato nei marines

Dopo la tragedia dell’11 settembre, Adam Driver fu costretto a unirsi ai Marines per servire il suo paese. Nonostante il pesante allenamento fisico e il cambiamento del suo stile di vita, egli ha spesso riflettuto sull’importanza di quel tempo come formazione per diventare un uomo. Tuttavia quella non era la sua strada. In seguito a un incidente lasciò il corpo dei Marines e iniziò a frequentare la famosa Juilliard School for Drama. Ha sempre ammesso di avere dei problemi nel comunicare con le persone, infatti i suoi compagni di classe lo consideravano duro, con quella espressione sempre apparentemente contrariata. “Ho fatto piangere le persone nella mia scuola perché quello era il modo in cui ero abituato a parlare con gli altri” ha raccontato in un’intervista.

Una volta raggiunta Hollywood per provare a realizzare il suo sogno di fare l’attore ha avuto un po’ di sfortuna: si è rotta la macchina lungo il viaggio, in Texas, e non aveva più un soldo per vivere lì in California. Dopo due giorni dovette tornare indietro e ritentare successivamente l’impresa.

Leggi anche: Baby Yoda, in arrivo l’irresistibile peluche della star di The Mandalorian

Leggi anche: Perché Timothée Chalamet è l’attore simbolo della sua generazione

Odia guardare i film e i programmo tv in cui è presente

Mi è sempre sembrata una cosa strana, ma facendo una rapida ricerca sembra vero che a moltissimi attori non piace rivedere se stessi sullo schermo. Driver è uno di questi. Dalla serie tv Girls che lo ha lanciato, fino all’importante ruolo nella saga di Star Wars, l’attore si è sempre sentito un po’ a disagio a rivedere le sue performance. Ha detto: “Ricordo di essermi sentito male allo stomaco e di aver quasi vomitato al cinema durante una premiere, il che è davvero sconcertante, davvero”.

Ha un talento musicale

Oltre ad essere un grande attore, Driver è anche un cantante di talento e una delle migliori scene di Storia di un Matrimonio lo ha confermato. Crescendo, sia suo padre che il patrigno erano predicatori e quindi lui ha cantato spesso nel coro della chiesa. Ha avuto modo di mettere in mostra le sue capacità di cantare anche in Inside Llewyn Davis dei fratelli Coen. Inoltre suona anche il piano.

Ha un figlio, ma lo ha tenuto lontano dai riflettori per due anni

Alla fine del 2018 Page Six ha riferito che Driver e Tucker avevano un figlio di due anni che erano riusciti a tenere fuori dai riflettori. Fonti hanno riferito alla pubblicazione che i membri della famiglia avevano documentato la gravidanza di Tucker su Instagram. Infine, in un profilo di ottobre 2019 in The New Yorker, Driver ha confermato le voci e ha paragonato il processo di mantenere segreto il figlio in un’operazione militare. “Il mio lavoro è essere una spia – essere in pubblico, vivere la vita e fare esperienza”, ha spiegato Driver in merito alla mancanza di privacy riservata agli attori nella sua posizione. “Ma quando ti senti come al centro dell’attenzione, è davvero difficile farlo.”