World War Z | c’è ancora l’idea di fare un sequel

Uno dei produttori di World War Z ha recentemente spiegato cosa spinga lui e la produzione a desiderare un sequel della pellicola

Nonostante numerosi rinvii, per un po’ il sequel del film a tema zombie è stato una realtà. Il secondo film doveva essere diretto da David Fincher, che si sarebbe così riunito al lavoro con Brad Pitt. Purtroppo però la Paramount Pictures ha staccato la spina al progetto nel febbraio del 2019. Uno dei produttori però, Jeremy Kleiner, ha spiegato perché vuole ancora che il sequel si faccia: “Un giorno succederà. Adoriamo il libro di Max Brooks. Adoriamo l’universo che ha creato. La Guerra non è ancora finita”.

World War Z | Per circa due anni si è parlato seriamente di sequel

Jeremy Kleiner ha detto questo a The Hollywood Reporter e dunque non è un segreto che sia lui che il team di Plan B vogliono ancora che questo secondo film si faccia. A loro piace l’universo del libro e c’è un intero mondo da esplorare. Naturalmente il produttore non può al momento dare alcun tipo di indicazione riguardo il periodo di produzione di questo sequel, come anche il “come”, visto che Paramount sembra essere definitivamente fuori dai giochi.

Tuttavia la volontà di proseguire il lavoro c’è e non è detto che non ci riescano in tempi brevi. Voi he ne dite? Vorreste vedere il sequel della pellicola interpretata da Brad Pitt? Diteci pure come la pensate nei commenti, in calce alla nostra notizia. Nel frattempo ricapitoliamo la sinossi della prima pellicola, che trovate di seguito.

Leggi anche: Brad Pitt e Jennifer Aniston | Perché sono la nostra ossessione?

World War Z | Il primo film ci raccontava che:

“La storia segue Gerry Lane, un impiegato delle Nazioni Unite, che gira il mondo in una corsa contro il tempo per fermare una epidemia che rovescia eserciti e governi e che minaccia di decimare la popolazione mondiale”.