Chiara Dorotea trovata morta a Udine nella sua auto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:03

Tragico incidente per Chiara Dorotea: ha perso il controllo della sua auto a Ipplis di Premariacco. Le reazioni del fidanzato e del sindaco di Tolmezzo.

Chiara Dorotea aveva 26 anni

 

Bella, giovane, un buon impiego e felicemente fidanzata. Tutto si è spezzato nel giro di pochi minuti. La sua Lancia Ypsilon blu è uscita di strada finendo sotto un ponte di cemento, forse dopo lo scontro con un’altra vettura. E per Chiara Dorotea, 26 anni, non c’è stato nulla da fare.
Leggi anche -> Coronavirus Cina, caso sospetto a Napoli | Ricoverato un ragazzo

E’ successo all’Ipplis di Premariacco, in provincia di Udine, lungo la strada provinciale numero 19 del Natisone, nel tratto in cui assume la denominazione di via Manzano. Le cause dell’incidente sono al vaglio dei carabinieri della compagnia di Cividale intervenuti sul posto insieme ai sanitari inviati dalla centrale operativa Sores di Palmanova, con un elicottero e un’ambulanza, e ai vigili del fuoco. La vittima era residente a Tolmezzo (Ud), sembra sia rimasta incastrata tra le lamiere e a nulla sono valsi gli sforzi dei soccorritori per salvarle la vita. Chiara da pochi giorni aveva iniziato a lavorare in banca a Gorizia, al Credit Agricole. Viveva a Cividale con il fidanzato, ora distrutto dal dolore.

Leggi anche -> Tragedia a Roma, passante coinvolto in incidente stradale

Fra i primi ad apprendere della tragedia c’è stato il sindaco di Premariacco, Roberto Trentin, che è transitato in zona pochi minuti dopo il terribile schianto. Il primo cittadino ha espresso ai familiari della vittima il suo cordoglio e quello della cittadinanza.