Queen Latifah sarà la protagonista del reboot del film The Equilizer

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:37

L’attrice Queen Latifah nota per i suoi personaggi comici vestirà i panni della “vendicatrice” nel reboot del film d’azione The Equalizer.

La CBS ha espresso la richiesta di mettere in cantiere la produzione di una serie cult degli anni ’80. Lo show in questione riguarda il reboot della serie The Equalizer. Secondo le prime indiscrezioni e sopratutto tenendo conto della serie originale, questo rifacimento viene descritto come una rivisitazione della serie classica in cui l’attrice protagonista, Queen Latifah, grazie alla sua figura enigmatica userà le sue capacità per aiutare coloro che sono da soli e si trovano in difficoltà.

Tuttavia, prima di annunciare ufficialmente l’inizio delle riprese ed avere il tanto sospirato semaforo verde, Queen Latifah e il resto del cast dovrà aspettare fino a maggio.

Le origini di The Equalizer

The Equalizer originariamente fu una serie co-creata da Richard Lindheim e Michael Sloan. La prima volta che The Equalizer andò in onda sulla CBS fu tra il1985 e il 1989 con quattro stagioni. Il ruolo di protagonista venne affidato ad Edward Woodward, interpretando il personaggio di Robert McCall.

Successivamente, vennero scritti e prodotti due film dall’omonimo titolo The Equalizer – Il Vendicatore nel 2014 e 2018 con l’attore Denzel Washington nel ruolo di protagonista.

Leggi anche: Michael B. Jordan | 10 curiosità sull’astro nascente di Hollywood

Leggi anche: Jamie Foxx | 10 curiosità sull’attore diviso tra cinema e musica

Cosa sappiamo sul reboot di The Equalizer?

La serie reboot di The Equalizer verrà scritta e prodotta dagli showrunner Andrew Marlowe e Terri Miller. La protagonista, Queen Latifah sarà anche produttore esecutivo. Questo progetto ordinato dalla CBS si andrà ad unire ad altri due di Chuck Lorre. Il primo è United States of Al, una commedia multi-camera sull’amicizia tra un veterano del combattimento marittimo (Parker Young) che lotta per cercare di reinserirsi nella vita civile e l’interprete (Adhir Kalyan) che prestò servizio con la sua unità in Afghanistan.