The New Pope | Paolo Sorrentino ha una strana idea per la prossima serie

The New Pope, nuova serie di Paolo Sorrentino, continuazione della precedente The Young Pope, si è conclusa da qualche settimana su Sky Atlantic. Ma il regista starebbe già pensando ad una terza stagione molto strana.

A distanza di qualche settimana dalla conclusione di The New Pope, già si fanno strada le prime ipotesi riguardo ad una eventuale terza stagione della serie. Paolo Sorrentino, ideatore e scrittore dello show, ha infatti dichiarato di avere in mente delle idee particolarmente stravaganti.

The New Pope continua?

In una recente intervista rilasciata ad IndieWire, Sorrentino ha raccontato di avere alcune idee per un’altra stagione della sua serie papale. “Ho in mente un’altra stagione“, ha detto il regista. “Non so se la farò. Dovrei trovare il tempo per farlo, e dovrei convincere la Hbo a farla. Ho una nuova idea per la terza stagione, ma è un’idea molto folle, quindi non so se sia facile da realizzare. È qualcosa completamente fuori dal Vaticano, è davvero diversa da quello che avete visto fino a questo momento”.

Una strana idea

Sorrentino non ha solo parlato del futuro della serie, ma nell’intervista è tornato anche su una delle scene cult della stagione appena terminata, quella del risveglio di Lenny, in cui Jude Law emerge con il suo fisico marmoreo dalle acque, passeggiando con uno slip bianco in una spiaggia piena di donne che lo guardano ammaliate. “Confesso che non so perché ho deciso di girare quella scena”, ha affermato ironicamente Sorrentino. “Ho avuto un’idea. Ho pensato che potesse essere divertente ed era solo uno scherzo legato al fatto che Jude Law è un sex symbol”.

Leggi anche: Mob Girl | cosa sappiamo del nuovo film di Paolo Sorrentino

Il futuro della serie

Il regista premio Oscar, alimentando le congetture sulla prossima stagione della serie, ha dichiarato che tutti i personaggi principali di The Young Pope e di The New Pope sarebbero stati coinvolti in una storia che lui stesso ha definito “una sorta di prequel”. Che le vicende di Giovanni Paolo III e Lenny Belardo non siano finite qui?