Il farmaco anti-artrite arriva anche in Puglia: prime cure in corso

Il Tocilizumab arriva negli ospedali pugliesi per curare persone affette da gravi forme di polmonite intestiziale. Il farmaco ha già dato ottimi risultati a Napoli.

farmaco anti artrite

Si continua a lavorare per fornire le migliori cure possibili alle persone che hanno contratto il Coronavirus. E in particolare si lavora per la massima diffusione possibile del Tocilizumab. Si tratta del farmaco che solitamente viene utilizzato per la cura dell’artrite, ma che in questi giorni sta spopolando tra le persone ricoverate. Si tratta come detto di un rimedio contro l’artrite reumatoide, ma stando alle notizie più che confortanti che arrivano da Napoli è partita una vera e propria diffusione del prodotto.

Tanto che in questi giorni il Tocilizumab ha effettuato una vera e propria scalata della penisola. Così, il farmaco contro l’artrite reumatoide si è diffuso da Napoli verso la Puglia. L’annuncio è stato dato dal responsabile della task force della regione pugliese, il dottor Pierluigi Lopalco. Il dottore ha risposto nel corso di una videoconferenza stampa organizzata nelle scorse ore. L’occasione di questo incontro virtuale era legato alla presentazione di un nuovo piano ospedaliero per lottare contro la diffusione del Coronavirus.

Leggi anche -> I laboratori tessili in carcere pronti per produrre nuove mascherine

Leggi anche -> Coronavirus, Renzi parla male del governo all’estero: Conte risponde a tono

Il dottor Pierluigi Lopalco ha annunciato l’arrivo del Tocilizumab in Puglia – meteoweek.com

E per l’occasione, il dottor Lopalco ha fatto capire che presto arriverà il Tocilizumab anche negli ospedali della sua regione. Il responsabile della task force in Puglia ha fatto capire che “in alcuni pazienti selezionati, contagiati dal coronavirus, è già iniziata già la somministrazione del farmaco” contro l’artrite reumatoide. Dunque, dopo i primi effetti positivi che hanno avuto luogo negli ospedali di Napoli, il Tocilizumab comincia a scalare la penisola italiana in modo da essere diffuso e poter fungere da rimedio contro il Coronavirus.

Stando ai primi dati circolati in questi giorni, infatti, il farmaco sta dando buoni risultati nei pazienti che lo hanno assunto. In particolare, è stato somministrato a persone che sono affette da gravi forme di polmonite interstiziale. Per questo motivo, la regione Puglia è riuscita a ottenere in queste ore il via libera dalla Roche, la casa farmaceutica che produce il Tocilizumab. Questa ha dato l’ok per fornire delle nuove scorte del farmaco proprio agli ospedali pugliesi, prima che altre strutture di altre regioni lo richiedano.