Denunciati a Napoli mentre fanno pic nic: “dovevamo prendere un po’ d’aria”

I Carabinieri della stazione di Varcaturo e quelli della sezione Radiomobile di Giugliano in Campania hanno denunciato 12 persone che, nonostante le norme governative anti-contagio, aveva organizzato un pic-nic all’aperto.

Emergenza coronavirus violata a Napoli, per prendere un pò d’aria dopo cinque giorni passati in casa. Dodici persone, tra cui bambini, avevano installato tavolini e sedie senza osservare il decreto che impone a tutti di restare a casa per il Covid-19. Hanno cercato di giustificarsi coi militari: “Dopo cinque giorni dovevamo prendere un po’ di aria” hanno detto ai carabinieri. Ma i militari non si sono fatti intenerire, giustamente: i carabinieri della stazione di Varcaturo li hanno denunciati per inosservanza al decreto. I dodici erano intenti a pranzare in un parco di Via Madonna del Pantano, a Giugliano. Tutti risponderanno di inosservanza dei provvedimenti disposti dall’autorità, eccetto i bambini naturalmente.

Leggi anche -> Coronavirus. Domiciliari con braccialetto ai detenuti, la Lega insorge