Coronavirus | Idris Elba: “Il mondo si ribella a chi lo danneggia”

Oprah Winfrey è tornata su Apple TV+ con un nuovo show domestico per questi tempi di isolamento domiciliare. La conduttrice ha intervistato Idris Elba e Sabrina Dhwore per una serie intitolata Oprah Talks COVID-19 e che è disponibile gratuitamente, per tutti, sulla piattaforma streaming.

La popolare conduttrice Oprah Winfrey ha parlato via FaceTime con Idris Elba e sua moglie Sabrina Dhwore, dopo la loro diagnosi di positività al Coronavirus.

Le condizioni di Idris Elba

L’attore non ha avuto sintomi della malattia, ma è stato a contatto con una persona positiva al test: “È interessante, e allarmante, il fatto che le persone possano portare questa malattia senza sembrare ammalati. In questo modo si può diffondere molto facilmente”, ha dichiarato Elba. Anche sua moglie spiega di non avere sintomi: “Non ho nulla di ciò che ci si aspetta dai sintomi del Coronavirus e questo è strano. Le cose potrebbero cambiare nelle prossime settimane, quindi vi terrò aggiornati”.

L’isolamento

I due stanno trascorrendo l’isolamento insieme, giocando a videogiochi, a scacchi e sfogando la loro creatività. “Uno degli aspetti positivi di questa tragedia è che saremo costretti a pensare insieme, come popolazione umana. Il nostro mondo è stato colto alla sprovvista”, dichiara Idris Elba. “Lo abbiamo danneggiato, e non sorprende che si stia ribellando all’umanità. Non mi sorprende che sia arrivato un virus a rallentarci e a costringerci a pensare in maniera diversa alle nostre vite e a noi stessi. Per me si tratta di una cosa davvero ovvia: è come un grido del mondo. Come farebbe ogni organismo, questo è il mondo che cerca di liberarsi di un’infezione”.

Leggi qui -> Coronavirus | Idris Elba risultato positivo

La serie di Oprah

Nella nuova serie per AppleTV+, Oprah conversa da remoto con esperti, star e persone qualunque per offrire riflessioni e consigli tangibili per affrontare questa situazione. Nel secondo episodio, la conduttrice parlerà della pandemia con il reverendo Wintly Phipps.