Coronavirus: In Inghilterra si aspettano “uno tsunami di ricoveri”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:37

In un’intervista rilasciata alla BBC, Chris Hopson, rappresentante dei manager che lavorano nella sanità inglese, ha affermato che nei prossimi giorni si verificherà uno “tsunami di ricoveri”.

coronavirus Inghilterra tsunami ricoveri
(Photo by Jack Taylor/Getty Images)

Chris Hopson, Chief Executive di Nhs providers, associazione che rappresenta i manager che operano nel sistema sanitario inglese, ha rilasciato nella giornata di oggi un’intervista alla BBC. In questa, ha spiegato che attualmente gli ospedali di Londra si ritrovano a fare i conti con un aumento vertiginoso dei ricoveri legati all’epidemia di coronavirus. Ha inoltre aggiunto che nelle prossime giornate, molto probabilmente si verificherà uno tsunami di ricoveri”. All’editore radiotelevisivo del Regno Unito, Hopson ha poi raccontato che al momento “c’è un’esplosione della domanda per pazienti gravi”. Un incremento che secondo il numero uno della Nhs, durerà per diversi giorni. 

Coronavirus: la situazione in Inghilterra

“Uno tsunami di ricoveri”. Questa l’espressione usata dal manager inglese per descrivere le difficoltà a cui sta andando incontro il sistema sanitario inglese. Intanto in Inghilterra, nella giornata di ieri è morta, dopo avere contratto il coronavirus, Chloe Middleton, una ragazza di soli ventuno anni. Non aveva alcuna patologia pregressa. Ad annunciarne la morte è stata la famiglia stessa.

coronavirus Inghilterra tsunami ricoveri
(Photo by Christopher Furlong/Getty Images)

Su Facebook, la madre ha poi lanciato un drammatico appello a tutti i cittadini che vivono nel Regno Unito, e in particolare ai giovani: “A tutte le persone là fuori che pensano che sia solo un virus, ti preghiamo di ripensarci”. Al momento in Uk, sono più di 8 mila le persone contagiate dal Covid-19. I deceduti a causa del virus sono invece 400. Tutto questo, a pochi giorni dal cambio di strategia adottato dal governo guidato da Boris Johnson. Se inizialmente infatti l’esecutivo inglese aveva deciso di attuare politiche di contenimento del virus molto labili, negli ultimi giorni la situazione è cambiata del tutto.

Leggi anche: Coronavirus, Gabrielli: “Colpire i furbi per fermare il contagio”

Leggi anche: Coronavirus, perde la vita parafarmacista a Nettuno

E i cittadini inglesi stanno adesso scontando delle misure restrittive molto simili a quelle adottate dal nostro paese due settimane fa’.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui