50 States of Fright | il trailer della serie horror prodotta da Sam Raimi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:56

Quibi ha rilasciato il trailer della serie horror 50 States of Fright prodotta da Sam Raimi.

Grandi novità in arrivo per tutti gli appassionati del genere horror. La piattaforma Quibi, a due giorni dal suo debutto ufficiale su tutti gli smartphone, ha rilasciato il trailer della nuova serie diretta dal regista Sam Raimi intitolata 50 States of Fright.

Nonostante questo nuovo servizio streaming creato da -… sarà disponibile dal 6 aprile, la serie horror di Sam Raimi sarà disponibile dal 13 aprile

Cosa verrà raccontato nella serie di Sam Raimi?

Vedendo le prime immagini del trailer è facilmente intuibile che la paura e l’orrore saranno le colonne portanti degli episodi. Come viene suggerito anche dal titolo, verranno raccontate 50 leggende urbane legate agli stati americani.

Chiaramente, le 50 storie verranno spalmate in varie stagioni. La prima sarà formata da 9 racconti, ognuna delle quali ambientata e dedicata a uno Stato in particolare: Colorado, Florida, Iowa, Kansas, Michigan, Minnesota, Missouri, Oregon e Washington. Prestate attenzione alla storia del Michigan intitolata The Golden Arm, perché è stata l’unica diretta da Raimi e scritta insieme al fratello, trattandosi della loro terra natale.

Leggi anche: Doctor Strange | il regista del sequel potrebbe essere Sam Raimi

Leggi anche: The Stranger | Il nuovo teaser della serie horror Quibi

I registi e il cast della serie

Tra i registi che si sono alternati dietro alla macchina da presa ci sono Scott Beck, Isa Mazei, Daniel Goldhabe e Lee Cronin.
Il cast della serie è piuttosto impressionante: vedremo anche Travis Fimmel, Christina Ricci, Jacob Batalon, Ming-Na Wen, Taissa Farmiga, Asa Butterfield, Ron Livingston, Karen Allen, Rory Culkin, James Ransone e William B. Davis.

Leggi altre notizie di Tv-Serie Tv e Fiction: Clicca Qui

I produttori esecutivi della serie sono Sam Raimi, Debbie Liebling, Van Toffler, Tony DiSanto, Cody Zwieg, Barry Barclay, Tommy Coriale e Chris Mangano.