Maurizio Costanzo confessione inaspettata: “Sono malato di…”

Maurizio Costanzo ama profondamente il suo lavoro. Ne ha parlato lungamente in un’accorata intervista al Corriere Della Sera, dove ha rivelato che il suo attaccamento alla TV è quasi una malattia. 12 TV accese su 12 canali differenti nel suo studio!

Maurizio Costanzo rimpiange la TV del passato

Maurizio Costanzo non ama starsene con le mani in mano e anche durante la quarantena non ha mai smesso di scrivere e pensare a nuovi progetti lavorativi di vario genere, un libro incluso! E ora, prontissimo a ripartire alla grande su Rai due il sabato con Rai, Storie Di Un’Italiana, ha voluto rilasciare una lunga e accorata intervista al Corriere Della Sera, facendo importanti dichiarazioni. Ovviamente “il tutto” ponendo anche un intenso sguardo al passato.

“Un tempo c’era l’avanspettacolo, c’era il cabaret: erano grandi serbatoi di talenti da cui attingere. Il problema di oggi è che mancano le fonti di approvvigionamento dove trovare grandi intrattenitori. Per 55 minuti di trasmissione si lavorava più di una settimana. Le prime risse televisive sono arrivate al Costanzo Show, ma oggi mi annoio quando vedo le risse costruite!”. Frecciatine velate forse nei confronti della bellissima Barbara D’Urso e dei suoi programmi? O ancora dei Reality come il Grande Fratello, sia nella sua versione standard che vip?

Riconosce che la sua è una malattia

Ma come ha trascorso la sua quarantena Maurizio? A casa con la sua Maria De Filippi, che tuttavia era ancora indaffarata con il suo Amici nella fase serale. E poi ha scritto molto e letto altrettanto. E ovviamente non ha mai perso di vista la sua tanto amata televisione. A tal proposito ha candidamente rivelato, sempre al Corriere Della Sera: “Nel mio studio ci sono 12 schermi sintonizzati su 12 canali. Riconosco che è una forma di malattia mentale!” Una dichiarazione choc che ha lasciato interdetti i più. Ma – del resto – è stata proprio la TV, come lo è tutt’ora, il mezzo di intrattenimento e di grande compagnia per gli italiani, soprattutto per quelli più anziani, che spesso, al di là della pandemia, soffrono di solitudine.

Leggi Anche ->Maurizio Costanzo si sbilancia sulla Fialdini: le parole del giornalista

Leggi Anche ->Maurizio Costanzo attacca Barbara D’Urso | Il gesto che non le si perdona

Un pensiero speciale per gli italiani

A loro è andato un pensiero di Costanzo: “Ho pensato agli italiani costretti in casa, sui divani, in particolare alle persone più avanti negli anni, da ciò è nato lo sforzo di rispolverarne la maniera delle vecchie trasmissioni della Rai, che hanno attraversato la storia del Paese. E’ anche un modo per rendere omaggio a questa azienda e a chi l’ha fatta!”. Un omaggio che siamo certi conquisterà alla grande il cuore dei telespettatori di ogni età, che apprezzano l’immensa professionalità di Maurizio e che sperano di vederlo presto in TV anche con una nuova edizione del suo mitico Costanzo Show.