Home Gossip Tom Cruise, l’ossessione dell’attore: “Usa creme a base di escrementi…”

Tom Cruise, l’ossessione dell’attore: “Usa creme a base di escrementi…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:37
CONDIVIDI

Tom Cruise è prossimo ai 58 anni ma chi lo direbbe, guardandolo? Da molti è considerato l’uomo più bello al mondo ma noi vi sveliamo il suo segreto.

Tom Cruise (Photo by John Phillips/Getty Images for Paramount Pictures)

Tom Cruise: l’insospettabile segreto di bellezza

Come fa ad aver quella pelle, elastica e soda? Sicuramente la curerà con creme all’avanguardia, trattamenti estetici, ma il merito fa soprattutto a una maschera a base di… guano, cioè escrementi, di usignolo. Lo avrebbe confessato l’attore stesso, ammettendo che il suo segreto di bellezza e giovinezza è questo trattamento, cui si sottopone in un centro specializzato di New York.

Leggi anche —-> Meghan Markle in Scientology grazie a Tom Cruise, l’inquietante sospetto

Victoria e David Beckham: i “pionieri” dei trattamenti a base di guano di usiginolo…

Ma da chi ha appreso questo segreto il divo di Top Gun e della saga di Mission: Impossile? pare che i veri pionieri siano stati Victoria e David Beckham: l’ex Spice Girl in viaggio in Giappone rimase particolarmente colpita dalla pelle chiara e bellissima delle donne del Paese del Sol Levante e lì abbia scoperto il particolare ingrediente che contribuiva alla loro bellezza.

David Beckham (L) and Victoria Beckham (Photo by DANIEL LEAL-OLIVAS//AFP via Getty Images)

Tornata in patria – vive negli Stati Uniti ora – aveva fatto le sue ricerche scoprendo a New York i centri estetici esperti in questo genere di trattamenti e, una volta provato, non è più riuscita a farne a meno, seguita a ruota dal marito David. Sembra che a portare nella Grande Mela è stata l’estetista Shizuka Bernstein che ha creato una prodotto esfoliante unendo gli escrementi dell’usignolo con una crema di riso.

Leggi anche —-> Rita Rusic , la confessione: “Quella volta che con Tom Cruise…”

Tom Cruise(Photo by Jeff Spicer/Getty Images)

Guano di usignolo: una storia che viene da lontano…

In realtà queste maschere sono antichissime: già dal 1600 le geishe ma soprattutto gli attori del teatro Kabuki spalmavano sulla pelle questo “ritrovato” per riparare i danni dello spesso cerone bianco che mettevano in volto, fatto di zinco e piombo (quindi anche tossico!). Certo, l’idea di mettere sulla faccia del guano non piace a nessuno, ma come dice un celebre brand cosmetico, bisogna guardare il risultato e i risultati, considerando chi lo usa, parlano da soli. E poi, come diceva Niccolò Machiavelli, il fine giustifica i mezzi. Soprattutto in questo caso…