Chiara Ferragni agli Uffizi, il web la critica e Fedez asfalta tutti: “Ditelo che vi sta sui cogl****”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:44

Una nuova polemica ha travolto Chiara Ferragni che, qualche giorno fa, è stata ospitata dalle Gallerie degli Uffizi per un servizio fotografico di Vogue. Il web è insorto, ma Fedez è intervenuto per difendere la moglie asfaltando tutti i suoi detrattori.

Chiara Ferragni agli Uffizi, Fedez la difende dalle polemiche

Che Chiara Ferragni crei scandalo e divida il pubblico in due per ogni cosa che faccia è, ormai, cosa nota. Prima la sua visita alla Cappella Sistina e, ora, il servizio fotografico realizzato alle Gallerie Degli Uffizi, hanno scatenato la polemica nata, soprattutto, per le parole utilizzate da quest’ultima per descrivere l’imprenditrice digitale.

Gli Uffizi elogiano Chiara Ferragni, il web insorge

“I canoni estetici cambiano nel corso dei secoli. L’ideale femminile della donna con i capelli biondi e la pelle diafana è un tipico ideale in voga nel Rinascimento – si legge sul profilo Instagram degli Uffizi – […]Ai giorni nostri l’italiana Chiara Ferragni, nata a Cremona, incarna un mito per milioni di followers -una sorta di divinità contemporanea nell’era dei social – Il mito di Chiara Ferragni, diviso fra feroci detrattori e impavidi sostenitori, è un fenomeno sociologico che raccoglie milioni di seguaci in tutto il mondo, fotografando un’istantanea del nostro tempo”.

View this post on Instagram

Ieri ed oggi … I canoni estetici cambiano nel corso dei secoli. L’ideale femminile della donna con i capelli biondi e la pelle diafana è un tipico ideale in voga nel Rinascimento. Magistralmente espresso alla fine del '400 da #SandroBotticelli nella Nascita di #Venere attraverso il volto probabilmente identificato con quello della bellissima Simonetta Vespucci, sua contemporanea. Una nobildonna di origine genovese, amata da Giuliano de’Medici, fratello minore di Lorenzo il Magnifico e idolatrata da Sandro Botticelli, tanto da diventarne sua Musa ispiratrice. Ai giorni nostri l’italiana Chiara Ferragni, nata a Cremona, incarna un mito per milioni di followers -una sorta di divinità contemporanea nell’era dei social – Il mito di Chiara Ferragni, diviso fra feroci detrattori e impavidi sostenitori, è un fenomeno sociologico che raccoglie milioni di seguaci in tutto il mondo, fotografando un’istantanea del nostro tempo. 🌍ENG: Beauty standards change in the course of time. The female ideal of a blonde- haired woman with diaphanous skin is a very common beauty model in the Renaissance. Masterfully expressed by the Florentine Sandro Botticelli in The birth of Venus maybe portraying the face of one of his contemporary, Simonetta Vespucci. A beautiful noble woman, of Genoese origin, beloved by Giuliano de’ Medici, the younger brother of Lorenzo the Magnificent ; she was so worshiped by Sandro Botticelli that she became his muse. Nowadays, Chiara Ferragni, born in Cremona, embodies a role model for millions of followers – a sort of contemporary divinity in the era of social media – The myth and the story of Chiara Ferragni, argued by harsh critics and supported by faithful fans, is a real sociological phenomenon that involves millions of supporter worldwide and it can undoubtedly be considered a snap-shot of our time.

A post shared by Gallerie degli Uffizi (@uffizigalleries) on

Le parole usate dagli Uffizi, però, hanno scatenato la rete, i critici d’arte, i quotidiani italiani e i media. Com’è possibile definire Chiara Ferragni un mito e, soprattutto, com’è possibile ritenerla un fenomeno sociologico? Per molti, infatti, l’imprenditrice digitale rappresenta la vacuità, il suo non può essere considerato un mestiere (nonostante le epoche si siano evolute e il suo lavoro sia riconosciuto a tutti gli effetti) e ogni atteggiamento mostrato sui social da lei e la sua famiglia non può essere degno di attenzione ma, al massimo, di critiche.

Fedez interviene e difende la Ferragni

Dopo la polemica scatenatasi in rete e sui giornali, Fedez ha deciso di prendere la parola per difendere la moglie dall’inutile attacco mediatico ricevuto nelle ultime ore.

“Questa cosa è l’apoteosi del ridicolo, dell’assurdo – ha esordito il rapper su Instagram – .È uscito tre giorni fa un video di Mahmood, bellissimo, girato al Museo Egizio, ma allora ditelo: vi inca*** solo perché è Chiara Ferragni!”.

Riprendendo, poi, un articolo realizzato da un noto critico d’arte che nel titolo del pezzo citava proprio la Ferragni – “La Venere Chiara riduce Botticelli a tormentone social” – Fedez ha aggiunto: “[…] Le priorità dell’informazione e  dell’indignazione nel nostro paese dovrebbero essere altre. Ma tant’è. Cosa vuol dire tormentone social?! Perché nel titolo c’è Chiara Ferragni e non gli Uffizi mentre nell’articolo si legge che il problema non è lei, ma gli Uffizi? Se nel titolo non ci fosse stata lei l’articolo lo avrebbero letto molte meno persone. Siete come Novella 2000”.

Leggi anche–>Chiara Ferragni è incinta ? Il messaggio criptato di Marina Di Guardo

Leggi anche–>Chiara Ferragni colpisce ancora: contratto da capogiro con Tik Tok

L’attacco infuocato di Fedez, quindi, è andato avanti e il marito della Ferragni ha puntato il dito contro tutta la stampa contemporanea additandola come una “cloaca”. “Questo acclarato critico d’arte chiude dicendo che non è Botticelli ad aver bisogno di Chiara Ferragni, ma il contrario. E chi ha mai detto il contrario? – ha concluso Fedez – . Il problema è che siete voi giornalisti ad aver bisogno di Chiara Ferragni per vendere 4 copie di me**a in più e aizzare una polemica totalmente inutile. Voi siete la cloaca e la deriva del giornalismo contemporaneo”.

Dopo le polemiche per la presenza di Chiara Ferragni agli Uffizi, le Gallerie sono risultate in tendenza e, ancora una volta, i Ferragnez hanno dimostrato di godere di un certo poter, seppur solo a livello social e mediatico.

“La Cappella Sistina e gli Uffizi non erano mai stati in tendenza su Twitter – ci ha tenuto a precisare Fedez – .E grazie ai vaff***** che si è presa mia moglie, sono in tendenza da due giorni. Portiamo in alto l’arte italiana tramite i vaff****** che riceve Chiara Ferragni!”.