Rising Phoenix | in arrivo su Netflix un documentario con Bebe Vio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:29

Sarà disponibile in streaming dal prossimo 26 agosto il film Rising Phoenix: La storia delle Paralimpiadi, nuovo documentario originale Netflix diretto da Ian Bonhôte e Peter Ettedgui e dedicato alla storia della manifestazione sportiva internazionale.

Rising Phoenix: La storia delle Paralimpiadi, nuovo documentario originale Netflix diretto da Ian Bonhôte e Peter Ettedgui e dedicato alla storia della manifestazione sportiva internazionale, estiva e invernale, riservata agli atleti disabili, sarà disponibile in streaming dal prossimo 26 agosto. 

Rising Phoenix | il docufilm sulle Paralimpiadi

Il nuovo docufilm Netflix racconterà la straordinaria storia dei Giochi Paralimpici, dalle macerie della seconda guerra mondiale fino a diventare il terzo evento sportivo più grande del pianeta. “Le Paralimpiadi hanno portato alla nascita di un vero e proprio movimento globale che continua a cambiare il modo in cui il mondo pensa alla disabilità, alla diversità e al potenziale umano”, si legge nel comunicato ufficiale.

Leggi anche -> Alex Zanardi sulla via del risveglio: l’ipotesi di trasferimento in un centro all’estero

La partecipazione di Bebe Vio

Tra gli atleti protagonisti del film anche la schermitrice italiana Bebe Vio, al secolo Beatrice Maria Vio, classe 1997. Modello di forza e positività, definita “ragazza magica” di Jovanotti, Bebe Vio è un’atleta dall’età di 5 anni. Dal 2011 ad oggi ha vinto tutti i più importanti tornei di scherma in carrozzina: tra campionati nazionali, europei e mondiali, la giovane atleta ha conquistato 38 medaglie d’oro. Nel mese in cui avrebbero dovuto svolgersi le Paralimpiadi di Tokyo 2020, Bebe ripercorre anche la sua storia personale in un racconto ricco di emozioni, a cui si aggiungono le esperienze di alcuni dei protagonisti del movimento paralimpico di tutto il mondo.

Gli atleti coinvolti

Insieme a Bebe Vio, altri straordinari atleti provenienti da tutto il mondo compariranno nel docufilm: Ellie Cole (Australia), Jean-Baptiste Alaize (Francia), Matt Stutzman (USA), Jonnie Peacock (UK), Cui Zhe (Cina), Ryley Batt (Australia), Ntando Mahlangu (Sud Africa), Tatyana McFadden (US).