Home Viaggi Vacanze in città , come sopravvivere al caldo estivo nelle metropoli

Vacanze in città , come sopravvivere al caldo estivo nelle metropoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:13
CONDIVIDI

Non tutti, quest’anno più che mai, a causa del lungo lockdown, possono permettersi di andare in vacanza, e pertanto molti rimarranno in città. Ma come sopravvivere al caldo estivo nelle metropoli? Vediamo insieme qualche utile consiglio anti- caldo.

Photo by – Stock Adobe

Come sopportare il caldo eccessivo in città

In estate, soprattutto ad agosto, quando le temperature raggiungono i 30° e talora li superano anche, è davvero difficile sopportare l’afa per chi poi deve rimanere in città per motivi personali o per lavoro. Inoltre a rendere “il tutto” ancora più complesso da sopportare, oltre lo stress e le preoccupazioni di vario genere, è la tanto odiata umidità. Ovviamente ciò può incidere in maniera molto negativa non solo sull’umore di una persona ma anche sulla sua salute fisica e psicologica, rimanendo fermi al fatto che la mente e il corpo sono strettamente connessi e collegati.

Dunque che cosa si può fare qualora siamo costretti a trascorrere l’estate nelle metropoli? Come possiamo sopportare il caldo talora davvero eccessivo? Ecco alcuni semplici ma assai efficaci consigli al riguardo.

Photo by – Stock Adobe

Curiamo maggiormente la nostra alimentazione e puntiamo sull’idratazione

Per prima cosa è fondamentale, sembrerà banale ma non lo è, curare maggiormente l’idratazione, bevendo molta acqua, evitando però quella eccessivamente fredda e tanto meno ghiacciata, che può procurarci fortissimi mal di testa oltre che di pancia. Teniamo poi presente che il nostro fabbisogno giornaliero è pari a 2 l d’acqua al giorno, da bere durante l’arco della giornata. Per aiutarci ad assumere tale quantità di liquidi possiamo inserire nelle nostra dieta maggiore quantità di verdura e frutta fresca di stagione, che tra l’altro è anche molto salutare e  ci permette di rimanere in forma, senza rinunciare al gusto.

Inoltre una sana alimentazione può anche aiutarci a rimanere di buon umore e rendere più semplice la digestione: difatti ricordiamo che soprattutto nel periodo estivo sarebbe opportuno eliminare dalla nostra dieta cibi pesanti o ipocalorici, adatti per lo più a periodi invernali e/o autunnali.  E nel caso li assumessimo possiamo anche procurarci una grave insonnia, che è già è resa complicata dal caldo eccessivo notturno.

Inoltre, sempre per evitare di trascorrere la notte a contare le pecore e guardare il soffitto, evitiamo l’utilizzo di dispositivi elettronici, poiché la luce degli schermi non favorisce nelle ore serali il rilassamento necessario per dormire sereni almeno le classiche 8 salutari ore a notte. Evitiamo anche di bere, poco prima di coricarci, bevande alcoliche ed eccitanti come il the e il caffè e optiamo piuttosto per tisane  rilassanti e non detox o drenanti da bere a temperatura ambiente.

 

Photo by – Stock Adobe

L’importanza di un sano riposo notturno

Non esageriamo nemmeno, non solo durante la fase notturna ma anche  diurna,  con l’utilizzo dell’ aria condizionata che può essere pericolosa per la nostra salute ora più che mai se i filtri dell’impianto non sono stati puliti e igienizzati correttamente, e che può anche procurarci forti raffreddori con tanto di mal di gola e febbre! Pertanto evitiamo di tenerla accesa tutto il giorno e tutta la notte e di non superare mai i 5/6 gradi di differenza tra la temperatura esterna e quella del condizionatore.

Soprattutto in camera da letto ricordiamoci che la temperatura non dovrebbe mai superare i 22 o 23 gradi! Pensiamo piuttosto ad  arieggiare per quanto possibile la zona e utilizzare sia per quanto concerne lenzuola e  le federe nonché  per la nostra tenuta notturna, tessuti in cotone in grado di favorire una corretta traspirazione e una naturale freschezza.

Tuttavia il nostro riposo notturno può essere disturbato dalla presenza di insetti che possono pungerci;  se infatti  durante il giorno riusciamo ad allontanarli, quando dormiamo è assai più dura farlo! Pertanto armiamoci di prodotti specifici per allontanarli e di antistaminici in caso di prurito oltre che antinfiammatori.

Leggi Anche -> Come mantenere fresca la casa in estate

Leggi Anche -> Come mantenere fresca l’acqua fuori casa | facili strumenti e vari escamotage

Infine, un ultimo consiglio per sentirsi meglio quando si torna a casa la sera dopo una lunga ed estenuante giornata lavorativa o semplicemente da alcune passeggiate nella metropoli: prendiamo l’abitudine ogni sera, prima di coricarci, di farci un bel pediluvio con acqua fresca e bicarbonato: bastano una ventina di minuti per riattivare la circolazione e sentire una maggiore freschezza in tutto il corpo. Un rimedio antico ed economico ma assolutamente efficace e da provare!