Home Tv - Serie Tv e Fiction Stasera in tv | 28 luglio | Priest, la feroce lotta degli...

Stasera in tv | 28 luglio | Priest, la feroce lotta degli uomini contro i vampiri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:32
CONDIVIDI

Martedì 28 luglio alle ore 21.20 su Rai 4 andrà in onda il film d’azione e horror Priest con Paul Bettany.

Il 28 luglio alle ore 21.20 andrà in onda su Rai 4 il film Priest diretto da Scott Stewart
con Paul Bettany, Cam Gigandet, Maggie Q, Karl Urban, Stephen Moyer, Lily Collins, Mädchen Amick, Christopher Plummer, Brad Dourif, Alan Dale, Dave Florek, Joel Polinsky, Josh Wingate, Jon Braver, Casey Pieretti, Theo Kypri, John Griffin e David Backus.

Priest | la trama del film

In un mondo completamente stravolto rispetto al nostro, si è scatenata una guerra violenta tra vampiri e uomini, che cercano di sopravvivere. Il potere è in mano a un ordine religioso filocristiano che vuole solo controllare e dominare la Terra. I sopravvissuti cercano di vivere in queste città ormai sotto il dominio della Chiesa.

Un gruppo di vampiri è determinato a rapire Lucy, la nipote del sacerdote Priest da sempre contro questi mostri. L’uomo che farebbe di tutto per salvare la ragazza è costretto a superare i confini andando contro la legge. Al passaggio, scoprirà che non c’è più nessuna forma umana al di fuori, ma solo vampiri… 

Leggi anche: Carmilla | il trailer del film ispirato al mondo dei vampiri prima di Dracula

Priest | il trailer del film

Leggi anche: Guida tv | Tutti i programmi tv del 28 luglio 2020

Priest | alcune curiosità sul film

È l’adattamento cinematografico dell’omonima graphic novel coreano datata 1998 e creata da Hyung Min Woo. Rispetto al fumetto originale dal quale è tratto questo film, i nemici degli esseri umani non sono vampiri, ma vengono descritti come degli angeli caduti. Leggere differenze che rendono ugualmente piacevole tutto il film.

Perché vederlo: Gli appassionati del mondo fantasy e delle storiche lotte tra umani e vampiri, potranno godersi un film che metterà insieme anche l’elemento della religiosità, non sempre tirato citato nelle sceneggiature.