Home Gossip Pago cura la sua malattia | L’antidoto prima di Tale e Quale...

Pago cura la sua malattia | L’antidoto prima di Tale e Quale show

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:52
CONDIVIDI

Per stare senza pensieri, Pago cura la sua malattia passando il suo tempo in Sardegna con il figlio.

Pago, cantante – meteoweek

E’ un padre ineccepibile e così Pago cura la sua malattia passando del tempo insieme al figlio. Così come ammette su Instagram, la cura per ogni male e ogni tristezza è per lui il piccolo Nicolino. Ora sono in Sardegna per ricaricare le batterie prima di ‘Tale e Quale Show’.

Pago cura la sua malattia e svela l’antidoto

Pago su Instagram con il figlio Nicola – meteoweek

Sul suo profilo Instagram, il cantante sardo svela ai suoi followers l’antidoto per i suoi mali: Pago cura la sua malattia grazie a suoi figlio Nicolino.

L’ex gieffino pubblica una foto insieme al figlio mentre si abbracciano e si baciano. Nicolino è per lui il vero rimedio per ogni tristezza e per ogni male e così Pago dedica a lui parole dolcissime, come solo un ottimo padre sa fare.

Eccolo, l’antidoto, la cura di ogni malattia, il mio stare senza pensieri, quel bicchiere sempre mezzo pieno, la mia canzone preferita, lo spettacolo più importante della mia vita” queste le parole espresse sui social da Pago

Pago e Serena Enardu

Pago e Serena Enardu – meteoweek

Per il cantante ci sono nuovi progetti all’orizzonte, così come confermato da Carlo Conti, Pago sarà uno dei concorrenti di ‘Tale e Quale Show’.

Intanto sembra tornare una fase di distensione anche con la sua ex compagna che ha rivelato, su Instagram, del loro incontro dopo la lite di chiusura.

LEGGI ANCHE ———–>Pago ci riprova dopo Serena | La novità in tv | Dove lo vedremo

LEGGI ANCHE ———–>Serena Enardu confessione su Pago | Rottura d’amore come business ?

“Ci siamo presi un caffè e abbiamo fatto una chiacchierata molto soft” ha raccontato Serena Enardu, precisando che:“Non è successo niente, ci siamo semplicemente scambiati delle opinioni dopo che è passato un po’ di tempo e con la testa un pochino più lucida, ci siamo detti un paio di cosa e nient’altro”.