Sardegna devastata dalle fiamme: nel mirino la provincia di Sassari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:43

Le fiamme stanno devastando i campi attorno a Bonorva, nel Sassarese. Da diversi giorni la Sardegna è al centro di numerosi incendi, con svariati interventi da parte dei Canadair.

incendi sardegna

Continuano a essere giorni difficili sul piano ambientale per la Sardegna. Non si fermano infatti gli incendi nell’isola, che ormai da diversi giorni stanno devastando la regione. Sono in particolare le campagne in provincia di Sassari a bruciare in maniera ininterrotta da diverse ore. Gli ultimi interventi, infatti, si sono verificati nei campi attorno a Bonorva, letteralmente andati in fumo a causa della ferocia delle fiamme. Tra le cause scatenanti di questi incendi che stanno devastando la Sardegna c’è ovviamente il caldo asfissiante, anche se la mano dell’uomo resta determinante.

E così è arrivato un Canadair dalla provincia di Olbia, che insieme a due elicotteri del Corpo Forestale regionale provenienti dalle basi di Alà dei Sardi e di Anela sta monitorando la situazione. L’intervento è stato tempestivo, anche se la macchia boschiva che è andata in fumo nel Sassarese resta importante sul piano delle dimensioni. Fin dalle prime luci dell’alba è partito il lavoro per spegnere i roghi che si sono propagati in queste ore, con i danni che restano ingenti. Ma come abbiamo avuto modo di vedere, non è solo la zona del Sassarese a bruciare.

Sardegna in fumo – meteoweek.com

Anche se nella giornata di ieri si sono verificate le più importanti criticità. Sono stati necessari infatti ben sei interventi da parte dei Canadair. Nella località di S’Ena e Sunigo, sempre nel paese sassarese di Bonorva, ne sono intervenuti altri tre, insieme agli elicotteri provenienti dalla base del Corpo forestale di Alà dei Sardi, Anela, Bosa, e Fenosu. Ma non c’è stato solo il forte caldo a rendere ancor più incisive le fiamme che stavano mandando in fumo le campagne in provincia di Sassari. Anche il forte vento che da diverse ore sta sferzando la Sardegna, infatti, ha fatto la sua parte.

Leggi anche -> Coronavirus, due navi da crociera in isolamento nel porto di Civitavecchia

Leggi anche -> Coronavirus, nuovo boom di contagi nello stato di Victoria, lockdown di 6 settimane

I focolai che stanno continuando a resistere si trovano su due fronti diversi, ormai da quando in Sardegna si è fatta notte fonda. Stando a una prima stima effettuata dalla Centrale operativa della Protezione Civile, il solo territorio di Bonorva ha visto andare in fumo ben duemila ettari di macchia boschiva. E in tutta la giornata di ieri, la Sardegna è stata interessata da ben 24 incendi diversi. Dieci di questi hanno richiesto l’intervento da parte dei mezzi aerei, come elicotteri e Canadair. Per il resto, è stato sufficiente l’intervento via terra.