Coronavirus, famoso presentatore ha intascato bonus di 600 euro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:39

Nonostante si continui ancora a parlare del Coronavirus e dell’emergenza sanitaria ancora in atto, emergono nuovi scandali. Soprattutto per personaggi noti della politica dello spettacolo che hanno riscosso il bonus dei 600 euro.

Coronavirus - meteoweek
Coronavirus – meteoweek

Scandali inaspettati

Al fine di tamponare l’economia italiana in seguito agli effetti del Coronavirus, il governo, attraverso il decreto Cura Italia, aveva stanziato dei fondi. In particolare, ciò, è stato fatto per coloro che possiedono la partita IVA. I famosi 600 euro, sono stati percepiti anche da cinque parlamentari. Ciò così come tuonato da Roberto Fico, devono restituire quanto preso e scusarsi con gli italiani che lottano giorno dopo giorno per mettere un piatto in tavola.

View this post on Instagram

A breve arriveranno risorse ingenti dal Recovery Fund ma ogni intervento che l’Italia e l’intera Europa porranno in essere deve essere sostenibile e proiettato al futuro. In questi mesi in Europa le forze politiche che hanno fatto proposte in chiave ecologista hanno conquistato sempre nuovo spazio, per ultimo in Francia dove sono stati eletti diversi sindaci verdi. Questo deve farci riflettere sull’agenda politica a livello nazionale e internazionale, e sulle istanze ed esigenze che i cittadini stanno esprimendo. L’emergenza che stiamo attraversando ci impegna nella tutela della salute, del lavoro, dell’economia e delle fragilità sociali. Sono convinto che una spinta forte per lasciarci alle spalle questa fase delicata e difficile può e deve arrivare dal rafforzamento di una politica che faccia della sostenibilità il suo faro e che la declini nei diversi settori della società. Significa un altro modo di progettare, di rivedere i nostri consumi, di muoversi. Il Green New Deal non può essere archiviato dalla crisi, anzi deve essere rafforzato. Un tema che occorre continuare a sviluppare a 360 gradi, nell’azione di Parlamento, governo ed enti locali: occorre continuare a promuoverlo nel dibattito pubblico. La tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile sono l’unica chiave per costruire presente e futuro della nostra società. Il Parlamento ha un ruolo centrale in questo senso e continuerà a fare sempre di più sia nella propria organizzazione – la Camera è plastic free – sia nello svolgimento della sua funzione legislativa, nell’iniziativa parlamentare come nella conversione dei decreti.

A post shared by Roberto Fico (@robertofico) on

Oltre a questi parlamentari, così come riportato da Repubblica, ci sarebbe anche un noto presentatore. Quest’ultimo avrebbe riscosso i 600 euro nonostante percepisca, così come la stragrande maggioranza dei suoi colleghi, un ottimo stipendio ogni mese. Queste notizie mandano su tutte le furie tutti gli italiani. Proprio loro, durante il periodo di lockdown, sono stati costretti a chiudere per poi ripartire con tante difficoltà dovute anche ai rispetti di distanziamento e di assembramento.

Coronavirus, una nuova ondata in autunno?

Da molti mesi a questa parte si parla spesso e volentieri dell’emergenza sanitaria che ha messo al tappeto l’intero mondo. In particolare, coloro che ne hanno subito e pagate le spese sono i proprietari di partita IVA. Molti di questi sono stati costretti a chiudere le proprie attività. C’è chi si è suicidato o chi ha dovuto rimediare cambiando notevolmente il proprio stile di vita. Problematiche che, stando alle notizie che trapelano ogni giorno, potrebbero ritornare. Infatti, secondo alcuni esperti, il virus dovrebbe ripresentarsi tra settembre e ottobre.

LEGGI ANCHE -> Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser ci ripensano | Il drastico intervento di Jeremias

LEGGI ANCHE -> Alessandro Basciano torna a Uomini e Donne | Maria De Filippi ha scelto lui come tronista ?

Purtroppo sono in molti che lamentano ancora di mancate misure di sicurezza e di troppe assembramenti. Ciò si starebbe verificando soprattutto sulle spiagge in cui si fatica a rispettare il protocollo. Si spera, però, che l’emergenza sanitaria possa essere soppiantato del tutto nei prossimi di mesi al fine di tornare alla normalità tanto auspicata.