“Cocaina e alcool”, terremoto per la Regina Elisabetta: imbarazzo reale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:33

Terremoto reale per la Regina Elisabetta: 13 guardie sono state condannate alla prigionia per aver partecipato ad un rave a base di alcool e cocaina.

Regina Elisabetta, guardie partecipano ad un rave

Le restrizioni dovute alla pandemia non hanno fermato alcune delle guardie di Windsor che lo scorso giugno hanno deciso di partecipare ad un rave che pare si sia tenuto in una zona poco lontano da dove risiede la Regina. I fatti, come riportato dal quotidiano Mirror, sarebbero avvenuti mesi addietro ma solo recentemente pare siano stati scoperti da Sua Altezza.

Per tredici delle Guardie della Regina Elisabetta sono stati disposti dai 14 ai 28 giorni di prigionia, mentre per altri tre è stato disposto un differimento procedurale perché membri anziani del reggimento. L’ultimo scandalo avvenuto a Corte non ha lasciato indifferente la moglie del principe Filippo la cui vita è stata seriamente messa a repentaglio dalla leggerezza dei militari.

Guardie della Regina ad un rave: cosa è accaduto

Come riportato dal quotidiano britannico, dunque, alcune delle Guardie impiegate a Corte per la sicurezza della Corona avrebbero preso parte ad un rave a base di alcool e cocaina.

I fatti, venuti alla luce solo da pochi giorni, hanno scosso particolarmente la Regina Elisabetta e costretto quest’ultima a prendere dei seri provvedimenti nei confronti dei militari.

Tredici di loro, infatti, sono stati condannati a scontare dai 14 ai 28 giorni di carcere con l’imputazione di aver infranto le regole dell’isolamento per il Covid-19, di essere venute meno ai loro obblighi militari e di aver messo in pericolo la Regina.

Continua, dunque, a non esserci pace per la moglie del principe Filippo alle continue prese con le beghe familiari e, ora, anche con la voglia di mondanità e di leggerezza delle Guardie.

Guardie della Regina Elisabetta ad un rave: condannati

Leggi anche–>Regina Elisabetta pronta a lasciare, ma tradisce Kate e William

Leggi anche–>Regina Elisabetta sconvolge il mondo, vuole ritirarsi: “Ha i giorni contati…”

Nessuna giustificazione per i militari coinvolti

Stando a quanto riportato dalla stampa inglese, inoltre, pare che le Guardie coinvolte nel rave avrebbero tentato – invano – di giustificare l’accaduto.

I tredici condannati alla prigione, infatti, avrebbero raccontato di essere usciti per una partita di calcetto e di essersi accidentalmente trovati coinvolti nel rave che si stava tenendo a pochi passi da dove risiedono i Windsor.

Nessuna scusante è stata ritenuta valida.