Loredana Bertè minigonna cortissima: “Scandalo, ognuno è libero di vestirsi come gli pare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:19

Loredana Bertè senza particolari freni e inibizioni. La cantante, da sempre modello di trasgressione, condivide uno scatto provocatorio

Loredana Bertè, una vita all’insegna della trasgressione 

Non fa assolutamente notizia il fatto che un personaggio come Loredana Bertè urli la propria libertà anche attraverso il modo di vestire. La sua carriera è da sempre stata ben centrata sulla libertà d’espressione attraverso ogni forma di arte e di costume. A fare notizia e clamore è il modo in cui Loredana, da sempre, liberamente, tende a mostrarsi al pubblico in maniera naturale, spontanea e non costruita.

Loredana Bertè, all’anagrafe Loredana Carmela Rosaria Bertè, è sorella minore di Mia Martini, ed è ritenuta sin dagli anni settanta una delle interpreti più note e poliedriche del panorama musicale italiano. Pop, rock, glam, la Bertè ha attraversato, dal 1969 ad oggi, una carrellata infinita di generi, stili e tendenze. In carriera ha totalizzato 26 album ed ha partecipato a undici edizioni del Festival di Sanremo. Nel 2008 le è stato assegnato il premio alla carriera città di Sanremo.

Leggi Anche -> Diletta Leotta contro il maschilismo senza precedenti: “Con tre parole d’ordine…”

Leggi Anche -> Diletta Leotta tempo di rinascita dopo il ricatto: “Ho avuto paura delle minacce…”

La foto scandalo 

Loredana Bertè non è mai passata inosservata, neanche oggi, la cantante di origini calabresi, nonostante i quasi 70 anni ha intenzione di non far sentire la sua voce. Una voce fatta di rabbia, ma anche colma di significati. Nell’ultimo scatto pubblicato sulla pagina ufficiale Instagram la Bertè condivide una foto del passato in cui si vede una giovanissima Loredana in sella ad una bici con indosso una vertiginosa minigonna. A supporto della foto questo commento:

Quando andavo al liceo arrivavo con la minigonna e 2 pennelli in tasca, quando giravo in bici le auto si tamponavano perché gli autisti si giravano a guardarmi. All’epoca la minigonna era considerata scandalosa ma io ne ho fatto la mia DIVISA DI EMANCIPAZIONE FEMMINILE. Ognuno è libero di vestirsi come vuole, essere chi crede ed amare chi sceglie di amare. Grazie Mary Quant