Imma Battaglia, messaggio in codice a Garko | La moglie di Eva Grimaldi emblematica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:01

Imma Battaglia non è rimasta completamente estranea alla faccenda che ieri ha visto Gabriel Garko protagonista.

Ricapitolando, il ben concorrente del Grande Fratello Vip ha svelato il suo segreto. In presenza dell’ex fidanzata Adua Del Vesco, Gabriel ha confessato che ci sono delle cose che non ha mai detto, lasciando intendere che si tratti della sua omosessualità.

Ma cosa c’entra Imma Battaglia in tutto questo?

Imma Battaglia e la foto sulla tempesta

Sul suo profilo Instagram, Imma Battaglia ha pubblicato proprio ieri, qualche ora prima della diretta di GF Vip, una foto scattata dal suo terrazzo di casa. Il cielo è grigio, e le nuvole non lasciano presagire nulla di buono: sta per arrivare una tempesta.

L’attivista italiana ha poi scritto nella didascalia del post: “Le tempeste che si preparano anche dentro di noi….“. Quale sarà il significato di questa frase?

Ovviamente non sono mancati i numerosi commenti dei followers, alcuni dei quali hanno anche nominato Gabriel Garko e il suo imminente coming out. Tra i vari messaggi, i fans hanno inoltre scritto: “Le tempeste ci fortificano“, “Occorrono radici profonde e solide per resistere alla tempesta.Altrimenti si viene spazzati via…e sarebbe un peccato“, “Servono anche le tempeste nella vita…“, “Purtroppo capita“.

Imma Battaglia e la sua lotta contro l’omofobia

Imma Battaglia, oltre ad essere la moglie di Eva Grimaldi (ex di Gabriel Garko), è anche un’attivista politica. La sua lotta è sempre stata una: i diritti degli omosessuali.

Laureata in Matematica, Imma è stata membro e presidente del circolo di cultura omosessuale di Roma. La donna è attualmente tra le protagoniste più attive del movimento LGBT in Italia dagli anni Novanta e, insieme a Vladimir Luxuria, ha organizzato il primo Gay Pride nel nostro paese, nel 1994.

Leggi anche -> GfVip, il coming out di Gabriel Garko: lui e Adua finti fidanzati

Leggi anche -> Eva Grimaldi e Imma Battaglia effusioni in alto mare : coccole e curve [FOTO]

Nel 2001, la Battaglia ha inoltre creato il Gay Village, punto di riferimento per la comunità LGBT di Roma, ed è entrata nella politica candidandosi sia alle Elezioni Europee sia a quelle Regionali del Lazio, in una lista civica che sostiene Nicola Zingaretti.