Ragazza di 29 anni morta in casa: a trovarla distesa sul letto è stato lo zio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:18

Una ragazza di 29 anni è stata ritrovata morta in casa ieri a Sesto al Reghena. A dare l’allarme è stato lo zio, che l’ha trovata priva di sensi distesa sul letto. Disposta l’autopsia per accertare le cause del decesso.

Ludovica Taffon morta in casa - ambulanza
Ludovica Taffon ritrovata morta in casa – foto di repertorio

Tragedia a Sesto al Reghena. Una ragazza è stata ritrovata senza vita nella sua abitazione in via Nievo, nella frazione di Ramuscello. Si tratta di Ludovica Taffon, una studentessa universitaria di 29 anni. L’allarme è stato dato nel tardo pomeriggio di ieri dallo zio della giovane che, dopo averla trovata distesa a letto, avrebbe provato più volte chiamarla e a scuoterla, senza mai ricevere segni di risposta.

La disperata richiesta di soccorso al 112, allora, sarebbe pervenuta alle forze dell’ordine verso le ore 16. “Fate presto, mia nipote non dà segni di vita“, avrebbe spiegato in preda al panico lo zio della ragazza. I carabinieri della stazione di Cordovado, guidati dal maresciallo Christian Capovilla, sono quindi intervenuti nell’abitazione della studentessa, insieme al personale del 118 arrivato assieme a un’ambulanza dall’ospedale di San Vito al Tagliamento. Inutili i tentativi di rianimare Ludovica: il medico legale non ha potuto che constatare il decesso dell a ragazza.

Le condizioni di salute di Ludovica Taffon

Secondo quanto riportato dalle fonti, sul corpo della ragazza sono stati disposti i relativi accertamenti medico-legali. Su disposizione del magistrato della Procura della Repubblica di Pordenone, nella giornata di domani verrà fatta l’autopsia sul corpo della studentessa, anche se pare che la morte sia riconducibile a cause naturali. Come si apprende, infatti, Ludovica Toffon soffriva di problemi cardiaci fin da quando era molto piccola. Delle difficoltà di salute con le quali la giovane aveva imparato a convivere, ma che ieri purtroppo potrebbero non averle hanno lasciato scampo.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


Sempre secondo quanto è stato riportato dalle fonti, comunque, la ragazza si stava riprendendo da un momento molto difficile della sua vita. Dopo la scomparsa della madre, Ludovica Taffon, che viveva insieme alla nonna in quell’appartamento di via Nievo, aveva attraversato periodo complesso. Anche se chi la conosce avrebbe raccontato di una ragazza forte, che si stava impegnando a superare le avversità che la vita le aveva regalato.