Covid, contagiato organizzatore del meeting con Salvini a Terracina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:55

Covid, contagiato organizzatore del meeting con Salvini a Terracina. L’uomo ha manifestato sintomi dopo riunione e avrebbe passato microfono a leader Lega

Covid, contagiato organizzatore del meeting con Salvini a Terracina

Dopo l’esplosione di contagi in provincia di Latina, si teme che possa essere stato un comizio di Salvini a far partire un focolaio che potrebbe portare a un lockdown a livello locale. Lo scorso 25 settembre, infatti, si è svolto un comizio elettorale con il leader della Lega per supportare il candidato sindaco Valentino Giuliani. Uno degli organizzatori dell’incontro ha però contratto il Coronavirus dieci giorni dopo.

Leggi anche:—>Scontro M5s-Casaleggio, i pentastellati: “Non ricopre alcuna carica”

Leggi anche:—>Cambiare mutuo: la guida per risparmiare fino a 30mila euro

Nonostante quel giorno piovesse, 100 persone circa si sono riunite fuori e dentro il ristorante “Il Tordo” di Terracina per sostenere Salvini e il candidato sindaco. Secondo alcune fonti, i partecipanti all’incontro avevano tutti o quasi la mascherina all’inizio, dopodiché molti le hanno tolte o abbassate. Il timore delle autorità locali è che nel corso di quell’incontro si sia potuto sviluppare un cluster. Ecco perché a circa 2 settimane dal comizio di Salvini sono stati eseguiti diversi tamponi. Un parlamentare del Carroccio si è sottoposto ai test, ma l’Asl locale intende eseguirli a tappeto.

Nel frattempo, la Prefettura di Latina deciderà quali misure adottare per prevenire l’estendersi dei casi di Covid. A quanto parem potrebbero già esserci delle limitazioni sulle attività commerciali, in particolare quelle ristorative.