Francesco Testi, dal Gf7 all’Ares Gate: come è coinvolto?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:15

Tra i nomi di questi ultimi sviluppi dell’Ares Gate compare anche quello di Francesco testi, attore ed ex gieffino: cosa c’entra con la presunta setta?

Francesco Testi
Francesco Testi- Foto web- Meteoweek

Francesco Testi diventa noto al grande pubblico nel 2007, con la partecipazione alla settima edizione del Grande Fratello, dedicata ancora a persone sconosciute.

Prima di intraprendere la carriera televisiva è stato un pallavolista di successo nella Serie B, ma a causa di un infortunio ha dovuto smettere di giocare.

Francesco Testi e la sua esperienza al Grande Fratello 7

Dopo sette puntate, però, Francesco è stato eliminato, ma il reality gli è servito da trampolino di lancio per maggiori successi: subito dopo, infatti, ha cominciato a recitare in Caterina e le sue figlie e subito dopo in Il peccato e la vergogna.

Nel 2011 poi è diventato uno dei personaggi principali della fiction Sangue Caldo e de L’Onore e il Rispetto 3. nel 2012 ha affiancato Sabrina Ferilli nella serie tv Né con te né senza di te. Nel 2013 ha recitato in Baciamo le mani – Palermo New York 1958. Nel 2014 invece lo troviamo nel cast di Il peccato e la vergogna 2, Furore – Il vento della speranza e infine nel 2015 è stato uno dei protagonisti de L’Onore e il Rispetto 4.

Francesco Testi
Francesco Testi- Foto Ig- Meteoweek

LEGGI ANCHE—>https://www.meteoweek.com/2020/09/03/lutto-striscia-la-notizia-ezio-greggio-ricorda-lamico-scomparso-mi-manchera/

LEGGI ANCHE—>https://www.meteoweek.com/2020/09/02/e-morto-philippe-daverio-volto-ironico-e-arguto-dellarte-cpe/

Ares Gate, parla testi: cosa c’è di vero?

Una carriera costellata di successi e caratterizzata dal suo lavoro per la casa di produzione Ares e per la sua appartenenza all’agenzia di riferimento, la Numerochiuso Agency, a partire dal 2010.

Quest’ultima era l’agenzia che teneva sotto contratto tutti gli attori delle fiction della casa di produzione. Un sodalizio che per Testi è durato fino al 2015, un periodo anche breve, se consideriamo che ai tempi era una delle promesse più fulgide. Come tutti gli altri attori dell’agenzia passava la maggior parte del suo tempo a Zagarolo.

A chi gli ha chiesto conto del suo coinvolgimento nel caso scoppiato dopo le confessioni di Adua Del Vesco e Massimiliano Morra al Grande Fratello Vip, Testi si tira fuori dalla questione “setta”, ma confessa di aver inscenato una finta collutazione con Massimiliano Morra su spinta di Enrico Lucherini, all’epoca ufficio stampa della Ares. Cosa che gli ha provocato un certo imbarazzo.

Ha anche sostenuto di aver avuto solo rapporti fisici all’epoca della sua permanenza in agenzia: le relazioni sentimentali non erano concesse perché erano considerate una distrazione.