Dpcm, salvi cinema e teatri. Salvini ribatte: “Milioni di italiani dimenticati”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:50

Nella giornata di lunedì 12 ottobre si terrà la cabina di regia del governo con le Regioni per discutere le nuove misure per il coronavirus. 

Dpcm, salvi cinema e teatri. Salvini ribatte: "Milioni di italiani dimenticati"
Matteo Salvini, segretario della Lega. Credit: Getty Images

Una cabina di regia per il nuovo Dpcm. Durante la giornata di lunedì 12 ottobre il presidente del Consiglio Giuseppe Conte presiederà un incontro con le Regioni e gli enti locali per discutere insieme e infine varare le misure di prevenzione contro la diffusione del coronavirus. L’obiettivo dell’esecutivo, come anticipato dal ministro della Salute Roberto Speranza intervistato durante la trasmissione Che tempo che fa (Rai 3), è evitare un nuovo lockdown nazionale giocando d’anticipo sul virus. Attraverso la prudenza, con il criterio della proporzionalità a guidare le scelte in questa fase, il governo pensa di poter invertire la curva del contagio.

Il nuovo Dpcm

Il provvedimento conterrà le nuove norme per evitare l’aumento dei casi di coronavirus, tra cui l’obbligo di indossare la mascherina anche all’esterno, il divieto di stazionare davanti ai locali oltre alle ore 21 e la chiusura anticipata, lo stop alla movida – anche privata – ed ingressi contingentati in negozi e centri sportivi. Saranno salvi invece i cinema e i teatri, che non vedranno ridotto il numero degli spettatori.

Le parole di Franceschini

Lo ha anticipato il ministro di beni culturali e turismo Dario Franceschini. “Continuo a leggere interviste e dichiarazioni o a ricevere appelli del mondo dello spettacolo sulla presunta volontà del Governo di ridurre il limite di 200 persone al chiuso e di 1000 all’aperto per spettacolo dal vivo e cinema. Non esiste questo rischio, ha detto Franceschini. E ha sottolineato: “Nel dpcm saranno confermati questi limiti con la conferma della possibilità delle regioni di derogare. E le deroghe sino ad oggi concesse con ordinanze regionali verranno fatte salve proprio con il dpcm”.

Le parole di Conte

Nel frattempo Conte, impegnato per la mattinata in un’iniziativa a Taranto, ha accennato ai tempi di approvazione del dpcm da parte del governo: “Siamo impegnati nel dpcm e cercheremo di licenziarlo già per questa sera, ha assicurato. Proprio il premier nei giorni scorsi aveva richiesto un contributo costruttivo da parte dell’opposizione di centrodestra nella discussione sulle nuove norme anti-Covid.

Dpcm, salvi cinema e teatri. Salvini ribatte: "Milioni di italiani dimenticati"
Giuseppe Conte, presidente del Consiglio. Credit: Giuseppe Conte Facebook

Le parole di Salvini

A questo ha risposto il leader della Lega, Matteo Salvini, a margine dell’assemblea generale di Assolombarda che si tiene all’aeroporto di Linate. “Che il governo non si limiti alle chiusure, alle mascherine, alle distanze. Ma si occupi anche del benessere dei lavoratori, degli imprenditori e delle famiglie, cosa che nei mesi scorsi non ha fatto. La salute prima di tutto ma con occhi al futuro, ai giovani, al lavoro, alle imprese e a chi a perso il lavoro”, ha detto il segretario della Lega.

“Mi auguro – ha continuato il leader del Carroccio – che rispetto alla fase drammatica dei mesi scorsi, il Governo ponga attenzione alla salute ma anche alla salute economica e familiare. Ci sono milioni di italiani dimenticati, perché la cassa integrazione non è arrivata e soprattutto liberi professionisti e aziende che non hanno visto un centesimo, hanno visto troppo poco. Noi ci siamo, aspettiamo solo di essere coinvolti non solo tramite televisione. Che il Governo non pensi di fare come ha fatto nei mesi di chiusura, facendo tutto da solo, non ascoltando nessuno, perché se non ascolti nessuno non vai lontano”.

LEGGI ANCHE: