Raoul Bova e la famiglia allargata: “Finalmente i miei figli…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:40

Raoul Bova si racconta a Il Corriere della Sera, in occasione dell’uscita del suo libro Le regole dell’acqua: vita e carriera si intrecciano tra le pagine di quella che è una biografia.

Raoul Bova
Raoul Bova- Foto web- Meteoweek

Dopo tanti anni dalla prima richiesta, arriva anche il debutto letterario di Raoul Bova, 49 anni, papà di Alessandro e Francesco, nati dal matrimonio con Chiara Giordano, e di Luna e Alma, avute dalla compagna Rocío Muñoz Morales.

Ai suoi 4 figli, Raoul ha dedicato il libro che racconta la sua vita.

Leggi anche -> Raoul Bova, il rapporto altalenante con Rocio e quello ritrovato con Chiara Giordano

Raoul Bova papà orgoglioso: come si comporta con i figli?

«Ho scritto Le regole dell’acqua perché ognuno di noi ha le sue e talvolta amiamo infrangerle per il gusto di abbatterle. Ma poi ci rendiamo conto che senza quelle non troviamo più l’ordine. Penso che la gentilezza e la disciplina del nuoto siano le regole che applico nel rapporto con i miei figli. Mio padre prendeva tutto molto sul serio, mia madre alleggeriva. Credo, spero, di aver preso un po’ da entrambi. Cerco di comprendere i tempi dei miei figli: non si può applicare un modello unico perché loro sono diversi. A volte bisogna essere severi, altre capire di più», dice Bova.

Raoul è diventato padre in due momenti diversi della vita: ora si ritrova a dover essere guida e punto di riferimento per due maschi di 20 e 19 anni a due femmine di 4 e quasi due.

Raoul Bova
Raoul Bova- Foto Ig- Meteoweek

Leggi anche -> Roul Bova e Chiara Giordano, perchè hanno divorziato? “Ho tradito…”

La famiglia allargata di Bova: come stanno le cose?

«Mi sento molto fortunato e molto impegnato ad affrontare età e problematiche così diverse. Diciamo che non arriva mai il momento di rilassarsi. Ovviamente la parte maschile ha una complicità diversa rispetto a quella femminile, che però ti dà un altro tipo di emozioni. Le bambine sono ancora molto piccole, hanno necessità più fisiche, quotidiane. Mi godo il loro sguardo. I più grandi, che tendo a considerare ancora dei bambini, svicolano un po’. A loro devo stare dietro senza farmi notare. È giusto che affrontino da soli la vita, ma io ci sono per sorreggerli», dice l’attore.

Lecito chiedersi come siano ora i rapporti tra i figli nati da mamme diverse. Alessandro e Francesco vedono Luna e Alma? «Sì, fanno i fratelli maggiori. Rispetto per i figli significa ascoltarli e non imporre nulla che non sentano davvero. Così ho aspettato che si sentissero liberi di vederle e oggi sono felice. Tante volte mi sono domandato o accusato e giudicato come poco forte su alcune decisioni e invece la mia strada e il mio modo di essere sta portando i suoi frutti. I miei figli sono felici, si stanno conoscendo, stanno cominciando a volersi bene e questo è un passo che ne porterà un altro e ancora uno», dice Raoul.