Vasco Rossi senza freni su Renato Zero: “Nel mio locale si mise a…”

Alcuni giorni fa, l’amatissimo cantante Renato Zero ha spento 70 candeline. Tantissimi i messaggi di auguri, sia dai suoi fans ovvero i sorcini, e dagli altri colleghi. Zero è uno dei più grandi e amati artisti della storia della musica italiana. Gli auguri sono arrivati anche da un altro grande della musica italiana, Vasco Rossi, che ha raccontato anche un incredibile aneddoto. Ecco cosa ha detto il rocker di Zocca.

Gli auguri di Vasco Rossi

Sul suo account Instagram ufficiale, Vasco Rossi, ha pubblicato gli auguri al suo grande amico Renato Zero. Ha scritto il cantante di Zocca, postando una foto degli anni ’80 con in sottofondo la famosissima canzone Madame:Sei una rarità in tutta la città. Di mostri come te cerco in giro, ma non ce n’è. Auguri Renato per i tuoi primi 70 anni!”.

Un post che ha mandato in visibilio i tantissimi fans di entrambi. E’ uno scatto iconografico, di due giovani che cantavano, in modo diverso, la periferia e che sognavano il successo. Una fama arrivata negli anni seguenti, che hanno portato entrambi nel Pantheon della musica italiana.

Leggi anche —-> Ballando con le stelle, ancora problemi per la Isoardi: stop alle prove con Todaro

Due tra i più grandi artisti italiani

Per i 70 anni del grande Renato Zero sono tantissimi gli artisti italiani che hanno inviato messaggi di auguri. Renato Zero ha rappresentato uno spartiacque alla fine degli anni ’70 e continua ad ispirare numerosi artisti della nuova generazione.

Anche Vasco Rossi, che lo notò quando ancora cantava nei piccoli locali romani, ne rimase folgorato. Negli anni successivi i due diventeranno grandissimi amici.

Leggi anche —-> Barbara D’Urso pubblica questo scatto del passato, i fan notano il dettaglio: piovono commenti

Vasco Rossi: “Quando feci esibire Renato Zero”

Il rocker di Zocca ha raccontato anche un bellissimo aneddoto: “Quando gestivo la discoteca di Punto radio alla fine degli anni Settanta, il padre di Bibi Ballandi aveva un’agenzia di spettacolo e io andavo da lui a scegliere quelle che allora si chiamavano le attrazioni. Una volta presi Renato Zero. Fu un ‘buco’ pazzesco, perché all’epoca non lo conosceva nessuno”.

Continua Vasco Rossi: “A un certo punto gli si ruppe anche l’impianto e lui continuò raccontando barzellette e saltando in braccio all’uno e all’altro. In quel periodo mandammo in onda Madame per un mese di seguito come sigla della radio e so che qualche tempo dopo cominciò a esibirsi nei locali tra Emilia e Toscana. Mi sa che lo abbiamo lanciato noi”.