L’Allieva, chi è la compagna di Giorgio Marchesi: meravigliosa attrice

Protagonista della nota fiction L’Allieva, Giorgio Marchesi è sentimentalmente legato ad una nota attrice italiana, ovvero Simonetta Solder.

Giorgio Marchesi – Fonte: Facebook

Chi è Simonetta Solder

Fin da piccola attratta dal mondo della recitazione e dello spettacolo, Simonetta Solder ha conseguito il diploma presso la scuola di recitazione Max Reinhardt Seminar di Vienna, per poi specializzarsi negli Stati Uniti d’America, più precisamente a New York e Chicago. Tornata in Italia, ha dato il via alla sua carriera d’attrice.

Simonetta Solder ha fatto il suo esordio sul grande schermo nel 2005, con Il mistero di Lovecraft di Federico Greco, per poi recitare in Non smettere di sognare, di Roberto Burchielli. L’attrice raggiunge il massimo del successo sul piccolo schermo, con produzioni come Sbirri e Come un delfino, al fianco del collega Raoul Bova. Nota anche per vestire i panni di Nora di Braccialetti rossi, è riuscita a far convivere al meglio il suo carattere con quello del suo personaggio. Sentimentalmente legata da anni al collega Giorgio Marchesi, dalla loro storia d’amore sono nati i figli Giacomo e Pietro Leone.

Simonetta Solder – Fonte: Facebook

Le parole di Giorgio Marchesi

Noto attore, nel corso di un’intervista rilasciata qualche tempo fa a Vanity Fair, Giorgio Marchesi ha dichiarato: “Io personalmente amo le donne complesse, impegnative. Almeno, così sono state quelle delle mie storie importanti. Simonetta è una che sa metterti in difficoltà, non è certo malleabile. Ogni tanto mi dico: potevo prendermene una più tranquilla, ma in realtà mi piace così. Quando vedo uomini che stanno con yes women che pendono dalle loro labbra, mi rendo conto che preferisco un rapporto in cui devi metterti in gioco”.

LEGGI ANCHE –>Alessandra Mastronardi, avete mai visto la sorella? Gabriella è uno schianto

LEGGI ANCHE –>Alessandra Mastronardi, spunta foto della mamma da giovane: sono uguali

Dalla storia d’amore con Simonetta Solder sono nati due figli, Giacomo e Pietro Leone. A tal proposito l’attore, a Tv, Sorrisi e Canzoni, alla domanda se quando sono nati “ha perso la testa”, qualche tempo fa ha rivelato: “Sì, il primo mi ha distrutto psicologicamente. Non avevo idea di come affrontare la paternità, non ero pronto e ho dovuto imparare. Ma è stata un’emozione stupenda”.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Per poi aggiungere: “All’epoca io e mia moglie avevamo pochi soldi e nessun aiuto. Con il secondo figlio è stato fantastico. Ha dato equilibrio alla famiglia ed è stato più facile perché eravamo preparati e più sereni, anche lavorativamente parlando”.

Simonetta Solder – Fonte: Facebook