Antonino Cannavacciuolo, il video inedito con Maradona: “Un onore averti nel mio ristorante”

Il mondo piange la scomparsa del più grande calciatore di tutti i tempi, Diego Armando Maradona. Tantissimi i messaggi, in queste ore, sui social di vicinanza e cordoglio alla famiglia. Anche lo chef Antonino Cannavacciuolo ha pubblicato un suo personalissimo ricordo de Il Pibe De Oro. Anni fa, infatti, Maradona è stato ospite del giudice di Masterchef. Ecco il video.

Il post di Antonino Cannavacciuolo

In un post pubblicato sul suo account Instagram ufficiale, lo chef stellato e giudice di Masterchef Italia, nonché conduttore di Cucine da Incubo, Antonino Cannavacciuolo, ha pubblicato il suo personalissimo ricordo di Diego Armando Maradona. Anni fa, Il Pibe De Oro è stato infatti ospite di Cannavacciuolo nel ristorante di Villa Crespi a Orta San Giulio, sul Lago d’Orta, in provincia di Novara. In quell’occasione, Maradona, insieme ad altri amici si è intrattenuto con lo chef dopo cena.

Scrive Antonino Cannavacciuolo ricordando Diego Armando Maradona: “Mi ricordo ancora quella volta che hai varcato la soglia del mio ristorante a Villa Crespi. Indescrivibile! È stato un onore cucinare per te. Resterai sempre nel mio cuore. Arrivederci”. Nel video, dopo si vede un giovane Cannavacciuolo seduto a capotavola, Maradona ed altri commensali intonano canzoni napoletane, in particolar modo quelle di Mario Merola.

Leggi anche —-> Gigi D’Alessio piange la morte dell’amico Maradona: le strazianti parole

Il dolore di Napoli

E’ stata una notte di lutto per la città campana, quella appena trascorsa. Un filo rosso ha unito, ancora una volta, Buenos Aires e Napoli. Numerose veglie sono state improvvisate nei quartieri storici della città.

Il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha annunciato la volontà di voler dedicare lo Stadio San Paolo a Maradona.

Leggi anche —-> Papa Francesco ricorda Diego Armando Maradona e prega per lui

Diego Armando Maradona: allestita la camera ardente

Nella giornata di ieri, poche ore dopo il decesso, è stata già eseguita, su indicazione della famiglia, l’esame autoptico sul corpo di Diego Armando Maradona presso l’Ospedale di San Fernando. L’autopsia ha confermato che, l’ex numero dieci di Napoli e Argentina, è morto per un’insufficienza cardiaca acuta, evidenziata in un paziente con miocardiopatia dilatativa.

L’insufficienza cardiaca ha provocato un edema polmonare acuto. Procuratore Generale di San Isidro, John Broyard, ha specificato che dagli esami preliminari si esclude ogni segno di attività criminale e di violenza. Intanto è già stata allestita la camera ardente presso la Casa Rosada a Buenos Aires.