Francesco Facchinetti furioso sbotta contro il Governo: “Adesso parlo perchè mi sono rotto i cog**oni”

Francesco Facchinetti non si trattiene più: è tanta la rabbia del produttore musicale nei confronti della gestione dell’emergenza Covid-19 da parte del governo.

Francesco Facchinetti
Francesco Facchinetti- Foto Ig- Meteoweek

Francesco Facchinetti appare decisamente infuriato nelle sue Instagram stories a causa delle lunghe file che ha trovato all’aeroporto al rientro da un viaggio di lavoro in Spagna.

Francesco mette a confronto il modo di gestire l’emergenza nei diversi paesi europei, sottolineando le mancanze italiane.

Leggi anche —-> Facchinetti sul piede di guerra contro lo Stato

Francesco Facchinetti contro il governo italiano

Per Facchinetti sono troppe le norme trascurate e i fogli da compilare e ha deciso di sfogarsi sul suo profilo Instagram, sottolineando le differenze importanti tra l’Italia e il resto del mondo. Facchinetti non si trattiene e urla tutta la sua rabbia: “Mi sono rotto i co****ni. È da settembre che viaggio in tutta Europa per lavoro. Se devo andare in Spagna prima devo fare il tampone, se è positivo non entro, se è negativo devo fornire documento in inglese e spagnolo. Poi scarico un’App dove devo rispondere a mille domande, che vengono controllate e verificate prima del mio arrivo. Così non devo compilare questi fogli di m***a, che ti fanno compilare in Italia”.

LEGGI ANCHE :Roby Facchinetti, la straziante lettera per Stefano D’Orazio

Facchinetti, tra rabbia e appelli: “Allucinante!”

E ancora: “Arrivato in Spagna ho un QR Code, non faccio la fila, ti scansionano e passi, via”. Questo sembrerebbe essere il metodo risolutivo per evitare lunghe code negli aeroporti, code che puntualmente si formano nel nostro Paese: “In Italia è tutto l’opposto, prima di entrare ti danno millemila fogli da compilare. Se io ho il coronavirus, con questa penna che tutti si passano, quando vado dall’agente, glielo attacco. Allucinante. Siamo la nazione più martoriata d’Europa, ma noi questa applicazione non ce l’abbiamo”, dice Francesco accompagnando lo sfogo con delle immagini girate proprio negli aeroporti italiani.

E conclude deciso, rivolgendo un duro appello al governo italiano: “Ma chi ci governa si sveglia o no? Siamo una barzelletta. La Spagna ci ca** in testa”.