Alberto Matano crolla a La Vita in Diretta: il giornalista non ce la fa

Nel corso dell’ultima puntata de La vita in diretta, andata in onda mercoledì 23 dicembre 2020, Alberto Matano non è riuscito a nascondere la commozione. Ecco cosa è successo.

Alberto Matano – Fonte: Facebook

La storia di Eleonora Proietti

Durante la puntata de La vita in diretta, andata in onda mercoledì 23 dicembre, Alberto Matano ha avuto ospite, in collegamento, Eleonora Proietti, la giovane di Reggello che ha di recente perso la madre a causa del coronavirus. Lucia Cosmi, maestra elementare, infatti, si è spenta all’età di 55 anni, lasciando un marito e due figli.

Una tragica notizia, in seguito alla quale Eleonora Proietti ha deciso di condividere su Facebook i messaggi scambiati con la madre mentre era ricoverata, al fine di raccontare quanto accaduto. “Tu per me rappresenti una speranza perché nonostante tutto quello che è accaduto hai trovato la forza di mandare un messaggio importante“, ha affermato Alberto Matano nel presentare Eleonora Proietti. La ragazza ha quindi affermato: “Mia mamma era una persona in carne e ossa come noi…”, per poi fermarsi sopraffatta dal dolore.

Alberto Matano – Fonte: Facebook

La Vita in diretta, il giornalista provato

Un racconto, quello di Eleonora Proietti, che ha scosso i telespettatori a casa e anche lo stesso Alberto Matano. Durante l’intervista, infatti, si sono bagnati gli occhi di lacrime anche al noto giornalista, con le parole che si sono spezzate in gola. Sono seguiti momenti di silenzio, con Alberto Matano che è apparso molto provato. Il giornalista ha quindi chiesto singhiozzando: “I messaggi, perché li hai pubblicati?”.

LEGGI ANCHE –>Alberto Matano presenta la donna della sua vita: “In ogni mio gesto…”

LEGGI ANCHE –>Rai nel caos, sette positivi da coronavirus negli studi de La Vita in Diretta e Oggi è un altro giorno

Eleonora Proietti ha quindi spiegato: “Quei messaggi sono stati scambiati quando mia mamma era in ospedale. Gli ultimi dieci giorni della sua vita li ha passati intubata e gli unici momenti in cui abbiamo potuto scambiarci i messaggi sono stati quelli dei primi giorni”. Ha quindi proseguito: “Il messaggio che vorrei portare avanti è che il covid c’è, ci si ammala e si può anche morire. Mia mamma aveva 55 anni e non aveva malattie pregresse”.